/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2021, 17:09

Ricerche minerarie: le associazioni ambientaliste liguri presentano ricorso al Tar per difendere il Beigua

Grammatico: "In ballo c'è l'idea di sviluppo, da un lato un’economia sostenibile e salubre e dall'altro quella predatoria"

Ricerche minerarie: le associazioni ambientaliste liguri presentano ricorso al Tar per difendere il Beigua

È stato depositato il ricorso presentato da Legambiente Liguria onlus e Agesci contro il decreto regionale che autorizza nuove concessioni minerarie nel comprensorio del Parco del Beigua: è stato l’avvocato Emilio Robotti a firmare l’atto amministrativo che si propone ad adiuvandum nei confronti dei comuni di Urbe, Sassello e dell’Ente parco naturale regionale del Beigua contro la Regione Liguria, il ministero per la Transizione ecologica, la Compagnia europea del titanio (Cet), la Provincia di Savona, l’Arpal e l’Asl2 di Savona; il ricorso chiede l’annullamento dei rinnovi delle concessioni minerarie e verrà discusso il 26 maggio nella sede del Tar di Genova, tra le motivazioni si sottolinea l’incompatibilità di svolgere attività minerarie in un’area tutelata e gli evidenti rischi per la salute per chi vive nel territorio.

L’atto segue diverse manifestazioni che si sono svolte nella zona interessata e una petizione che ha raccolto oltre venticinquemila firme di cittadini oltre che di moltissime associazioni ambientaliste e non solo: “In Liguria – dichiara Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria – s’è aperto il caso delle richieste di permessi per effettuare ricerche di minerali alle quali, dal comprensorio del Beigua alla provincia spezzina, gli enti parco, gli enti locali, le associazioni del territorio e i cittadini si stanno opponendo. In ballo c'è l'idea di sviluppo che si vorrà dare a questi: da un lato un’economia sostenibile e salubre e dall'altro quella predatoria che, una volta esaurite le materie prime ricercate, lasceranno alle future generazioni paesaggi devastati senza aver creato lavoro di qualità. Aspettiamo fiduciosi la pronuncia del Tar per il comprensorio del Beigua e le valutazioni del ministero per quella denominata ‘Monte Bianco’ tra la provincia di Genova e della Spezia”.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium