/ Politica

Politica | 10 giugno 2021, 14:12

Arboscello (PD): "Propongo un ordine del giorno senza colori politici a sostegno delle funivie"

La nota del Consigliere Regionale Liguria XI Legislatura, Gruppo Partito Democratico

Roberto Arboscello (PD)

Roberto Arboscello (PD)

La questione Funivie non è solo importante a livello locale, ma è anche strategica per la filiera del carbone nazionale ed europeo. E' fondamentale quindi ragionare del suo rilancio in termini complessivi, garantendo e salvaguardando tutti gli attuali occupati.

L'infrastruttura è ferma dal 24 novembre 2019, quando il maltempo danneggiò alcuni piloni in entrambe le direzioni mettendo fuori uso l'impianto. Il tempo passa e le preoccupazioni aumentano: problemi di liquidità dell’ azienda, ritardi nei lavori di ripristino della linea, il pensionamento del Commissario e l’ attesa per la nomina del sostituto, la scadenza a novembre della Cassa Integrazione che non verrà prorogata senza un percorso chiaro sul futuro dell'azienda.

E’ necessario quindi continuare il dialogo con Autorità di sistema Portuale, incaricata dal Mims di trovare un'alternativa a Funivie Spa, per valutare criticità, opportunità e nuovi scenari. Sul tema sono intervenuto a più riprese da consigliere Pd in Regione Liguria e da vicepresidente della Terza commissione che si occupa di lavoro e attività produttive.

Proprio la settimana scorsa su mia richiesta sono state fatte le audizioni in commissione di tutti i soggetti coinvolti: azienda, lavoratori, sindacati, sindaci, ministeri, autorità portuale.

Nelle settimane scorse abbiamo interloquito anche con il viceministro Bellanova durante la visita a Vado Ligure (presente anche il Sen. Ripamonti). Il 4 aprile ho depositato un odg, che verrà discusso al prossimo consiglio regionale votante, in cui chiedevo l’impegno della giunta e dell’assessore a farsi interlocutori verso i ministeri competenti affinchè la vicenda avesse un esito positivo. A quell’ odg ne sono seguiti nelle settimane seguenti altri da parte di forze politiche di maggioranza: Lega e Cambiamo. Un fatto sicuramente positivo.

E allora dico. È il momento di andare oltre le polemiche e il rimbalzo di interrogazioni: lavoriamo insieme, perché l’obiettivo è concreto e comune. Oltre che estremamente importante per il nostro territorio. Lavoriamo senza colori politici a un unico Odg, che venga votato da tutto il consiglio regionale. Sarebbe un bel segnale verso l'esterno e per i lavoratori e per tutti coloro che attendono da troppo tempo una svolta positiva.

Chiederò a tutte le forze politiche presenti in Consiglio, maggioranza e minoranza, di discutere e predisporre insieme in sede di commissione il testo dell’ Ordine del giorno.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium