/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2021, 09:10

Acquedotto storico di Genova: una nuova cartografia per conoscerlo meglio e muoversi con più facilità

L’iniziativa fa parte del progetto di restyling ed è frutto di un lavoro di sinergia tra pubblico, privato e i volontari della Federazione dell’Acquedotto. La presentazione venerdì alle 18 in Municipio

Acquedotto storico di Genova: una nuova cartografia per conoscerlo meglio e muoversi con più facilità

Cinque bacheche lungo il percorso dell’Acquedotto storico agevoleranno le persone a muoversi lungo il tracciato e conoscerne meglio il percorso. La nuova cartografia sarà presentata venerdì 18 giugno alle ore 18 presso l’Auditorium del Municipio Media Valbisagno. Un progetto finanziato da Confservizi e voluto dal Municipio Media Valbisagno e dal Comune di Genova in collaborazione con la Federazione dellAcquedotto Storico

“La realizzazione di questa  iniziativa è scaturita dalle numerosissime richieste di informazioni provenienti da chi ha scoperto, attraverso i social, soprattuto nel periodo della pandemia, l’esistenza di questa passeggiata tra storia, cultura e natura e ha iniziato a frequentarla sempre più spesso”, spiega Giovanni Zai, presidente della Federazione dell’Acquedotto, che con i volontari delle associazioni che la compongono hanno contribuito a installare i pannelli informativi sotto la supervisione del dirigente del Comune di Genova Marco DOrazi, il quale ha curato l’aspetto cartografico.

“La cartellonista - prosegue Zai - servirà a soddisfare l’esigenza di maggiori complete e dettagliate informazioni logistiche e storiche e fa parte del progetto di restyling dell’acquedotto, insieme alla segnaletica dei punti di accesso, ai segnavia posti lungo il percorso con indicazioni utili a chi intende ridiscendere a valle da una delle tantissime viuzze e utilizzare il mezzo pubblico per sospendere la passeggiata o l’escursione, ma anche trovare i punti d’interesse che incrociano il percorso”.

“Si tratta di un intervento importante - osserva il presidente del Municipio, Roberto DAvolio - che si aggiunge ad altre iniziative legate al potenziamento della cartellonistica inserite nel progetto di restyling dell’Acquedotto. Il frutto di questo piccolo ma importante risultato è dovuto a una grande sinergia tra l’Ente pubblico e la Federazione dell’Acquedotto grazie anche al continuo supporto di Confservizi”.

Un importante lavoro iniziato a gennaio 2021 e concluso con la messa in posa della cartografia in questi gironi, che grazie alla sinergia tra pubblico, privato e volontariato, “ha permesso un utilizzo oculato delle risorse e un costo finanziario davvero esiguo dell’intero progetto, pari a qualche migliaio di euro”, osserva Zai.

La nuova cartografia appositamente montata su pannelli è collocata in  cinque punti di accesso facilmente accessibili lungo il percorso dell’acquedotto: Cavassolo, dal parcheggio auto; via Trossarelli, nel punto di giunzione dei due tratti con la strada carrabile; Molassana Alta, nell’area di sosta in prossimità del parcheggio auto cimiteriale; Pino Sottano, nel punto di giunzione dei due tratti attraversati dalla carrabile; Staglieno, in prossimità della Chiesa di S. Bartolomeo.

Rosangela Urso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium