/ Cronaca

Cronaca | 21 giugno 2021, 12:52

Cornigliano: polemica per il ripristino della corsia riservata ai bus in via Siffredi

“È inutile, rischia solo di essere un modo per fare cassa sulla pelle dei cittadini” scrivono i cittadini sul gruppo facebook Cornigliano La Rinascita; “Bisogna far defluire il traffico verso Genova ed è una scelta incomprensibile”

Cornigliano: polemica per il ripristino della corsia riservata ai bus in via Siffredi

Protesta sul gruppo Facebook Cornigliano La Rinascita per il ripristino della corsia riservata ai bus che provenendo da Sestri Ponente, subito dopo la rotonda dei ‘Due Delfini’, incrocia la fermata di via Siffredi

“Da qui - scrive chi protesta - correttamente gli autisti Amt appena ne avevano la possibilità si inserivano sulla corsia più a sinistra, per arrivare all’altezza di piazza Savio pronti per entrare in via Cornigliano in modo da non tagliare la strada in prossimità dell’incrocio a chi deve inserirsi sulla via Guido Rossa. Oggi invece qualcuno ha pensato di ripristinare un’inutile corsia riservata ai bus che rischia di essere solo un modo di fare cassa sulla pelle dei cittadini”, si riferiscono al rischio di multe per chi la invade con la macchina. 

“Il flusso di traffico privato che proviene da ponente deve tenere la sinistra fino in fondo a via Siffredi a pochi metri dall’intersezione con la via Guido Rossa, con gravi rischi di incidenti per le auto e moto in caso di incrocio con i mezzi pubblici”, proseguono nel post. 

Secondo i cittadini: “Questa corsia non ha alcun senso di esistere e va soppressa, lasciando il più possibile defluire il traffico in direzione Genova, oggi a maggior ragione che finalmente è stato eliminato il pericolosissimo attraversamento fronte stazione con l’obbligo dell’uso della passerella pedonale, lasciando due corsie utili per l’immissione sulla strada a scorrimento veloce”. 

Non mancano le perplessità per questa scelta: “Non si capisce perché, anche quando le cose funzionano, si fa di tutto per creare inutili pericoli e disagi oltre a mettere le mani nelle tasche dei cittadini con multe salate”. 

Ora l’appello all’amministrazione affinché ritorni sui suoi passi e riporti tutto a com’era prima.

R.U.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium