/ Municipio Centro Ovest

Municipio Centro Ovest | 12 luglio 2021, 11:30

Sampierdarena: furto sacrilego e teppismo contro la chiesa della Cella

Probabilmente sono stati dei balordi a rubare elemosine e oggetti sacri di scarso valore nella parrocchia di via Giovanetti, davanti alla quale si accaniscono, di notte, persone che bivaccano sugli scalini e sporcano le entrate e l'esterno della chiesa

Sampierdarena: furto sacrilego e teppismo contro la chiesa della Cella

Chiesa di Santa Maria della Cella a Sampierdarena sotto attacco di ladri e teppisti dopo aver subito, nel giro di pochi giorni, un furto sacrilego e una serie di atti di spregio davanti alle porte chiuse del luogo sacro, durante la notte. Fatti che hanno colpito i residenti e tutta la delegazione, che ritiene quella parrocchia centrale per quanto riguarda il culto in zona. Sede di vicariato, è un simbolo non solo di Fede, dal momento che le maggiori celebrazioni che avvengono a Sampierdarena la trovano come sede. Anche per la posizione geografica, in aggiunta al valore storico e culturale dell’antichissima chiesa.

È di pochi giorni fa un furto sacrilego, avvenuto in piena mattinata, quando qualcuno (ma potrebbe trattarsi di più di una persona), forse fingendosi un fedele è entrato in chiesa e ha prosciugato le cassette delle elemosine che, per fortuna, contenevano solo piccole somme donate dal fedeli. I ladri pare abbiano poi ispezionato la chiesa, cercando altro da rubare, individuando alcuni oggetti che a loro parevano di valore, mentre si trattava soltanto di oggetti dal valore spirituale. Ladri scarsamente colti, che hanno invece tralasciato piccoli dipinti e altro di valore più ingente.

Tanto comunque è bastato per mostrare la fragilità della chiesa, molto ampia, ma anche il degrado della zona, una volta salotto di Sampierdarena, in pieno centro storico. La chiesa della Cella si trova infatti nella parte a mare di via Giovanetti, che collega via Buranello a via Sampierdana, ed è una strada che una volta era piena di attività commerciali e uffici, ma oggi è desolatamente poco frequentata, con tante saracinesche abbassate.

Ma il furto non è stato il solo evento negativo che ha indignato la gente della zona. Di notte, quando i tre portali della chiesa erano chiusi, qualcuno ci ha forse bivaccato. A indicarlo tracce di liquido di varia natura, sporcizia, persino tracce di uova rotte. Un affronto a un luogo così amato a Sampierdarena e dedicato al culto. Molte le proteste, le parole di indignazione e la solidarietà ai sacerdoti che in quella chiesa svolgono funzioni pastorali. Ma anche sociali perché in quel luogo sacro vengono periodicamente distribuiti pacchi per i bisognosi, per famiglie indigenti che sono ormai molte nel quartiere, spesso di immigrati ma pare, ora, in maggioranza italiani, anziani pensionati, disoccupati, persone sole.

Per arginare questi episodi e proteggere la chiesa, l’Associazione Nazionale Carabinieri provvederà, dietro richiesta, a rafforzare i servizi di controllo e vigilanza che sta già facendo durante la distribuzione pacchi. Maggiori controlli e maggiore presenza che tuttavia andrebbero accompagnati da interventi strutturali in una delegazione di grande importanza a Genova, ma ora degradata a periferia, teatro di piccola malavita quotidiana, di chiusure seriali e diffuse di attività e dove l’insicurezza è diventata palpabile. Poca gente per strada che si riversa in gran parte in via Cantore, rimasta un baluardo di Sampierdarena, ma anche questa assai degradata, come abbiamo denunciato più volte proprio su questo sito. Immondizia per terra anche ingombrante, sacchetti colmi di spazzatura sparsi ovunque, svuotamento bidoni a volte carente. In questi giorni la segnalazione attraverso Facebook di alcuni abitanti di un mobile letto vecchio e rotto gettato sotto i portici, accanto a bidoni dell’immondizia già stracolmi. Uno spettacolo indecente che si è presentato di buona mattina alla moltitudine di persone che percorrono via Cantore.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium