/ Municipio Ponente

Municipio Ponente | 22 luglio 2021, 14:30

Due giorni di festeggiamenti per la festa patronale dell’Acquasanta (FOTO)

Appuntamenti il 25 e 26 luglio grazie all’impegno del Municipio VII Ponente e del comune di Mele; tra gli eventi anche l’esposizione delle corone originali ottocentesche della Vergine e di un calice provenienti dal Museo Diocesano di Genova

Due giorni di festeggiamenti per la festa patronale dell’Acquasanta (FOTO)

Saranno ancora festeggiamenti condizionati dalla pandemia, ma anche quest’anno verranno celebrate al meglio le ricorrenze legate alla Festa patronale del Santuario dell’Acquasanta, nel Ponente genovese.

Tra domenica 25 luglio e lunedì 26 luglio, ecco che ritornano eventi religiosi, culturali e naturalistici, per far conoscere il patrimonio di uno dei luoghi più suggestivi del genovesato. “Anche quest’anno il Municipio e il Comune di Mele - racconta Matteo Frulio, assessore al Territorio e al Turismo del Municipio VII Ponente - nonostante le giustificate restrizioni, hanno deciso di fare rete mettendosi a disposizione per organizzare, insieme al Rettore, una serie di eventi con l’obiettivo di tenere viva l’attenzione sul Santuario e sul borgo di Acquasanta”.

Il fitto programma si apre domenica alle 17: dopo la Santa Messa presieduta da padre Piergiorgio Ladone, ecco l’esposizione delle corone originali ottocentesche della Vergine e di un calice provenienti dal Museo Diocesano di Genova, grazie al supporto della direttrice Paola Martini e alla Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio della Liguria.

A seguire, ecco la presentazione del restauro della statua di Maria Bambina. “Grazie alle offerte lasciate dai visitatori della mostra permanente dei ‘Presepi dal Mondo’ - racconta Tiziana Delfino, coordinatrice dei Volontari del Santuario - si è potuto far restaurare questo piccolo gioiello”.

L’esposizione ospita la collezione privata di Livio Petrone, l’opera dei fratelli Currò e alcuni allestimenti del coreografo Mario Porcile. Il restauro della scultura è stato effettuato da Aurelia Costa e da Elisa Levrero. “Il restauro della piccola scultura lignea della Madonna infante - dice la restauratrice - è consistito negli interventi di disinfestazione dagli insetti xilofagi, rimozione della vernice ossidata e dello sporco di deposito, ricostruzione delle parti di intaglio mancanti, stuccatura e reintegrazione pittorica”.

Sarà esposta anche una tela importantissima per la storia locale. L’ex voto, che ritrae Voltri nel XVIII secolo, con un’inusuale veduta a volo d’uccello, presenta la delegazione ponentina in tutti i suoi particolari, giardini, orti, palazzi, e strutture oggi non più esistenti, come il ponte ad arco sul Leira, la Torre del Capitano, l’Oratorio di Sant’Ambrogio e il Castello di Gatega.

“Questo restauro - continua Matteo Frulio - è stato realizzato dalla Co. Art di Carlini e Meriana, grazie ai frutti della mostra ‘Cristezzanti’ organizzata dal Municipio Ponente con la collaborazione delle Confraternite del Ponente Genovese e di Mele, inaugurata nel 2019. I proventi del catalogo e del dvd, infatti, hanno costituito un fondo utilizzato per restaurare questo documento topografico unico, di notevole valore. Parteciperà il Corteo Storico di Voltri”.

Sempre domenica, alle ore 18,30 circa, partirà la passeggiata semi-notturna tra storia e tradizione organizzata dalla Pro Loco di Mele, che ha come scopo quello di far conoscere e promuovere il territorio del Comune di Mele, con le sue tradizioni storico-culturali e il suo patrimonio artistico e architettonico. Prenotazione obbligatoria ai numeri della Pro Loco di Mele: 328 3046622 (Teresa) oppure (392 8654117) Daniela.

“Recentemente - racconta Teresa Piccardo, membro della Pro Loco - l’amministrazione comunale ha iscritto alla REL (Rete Escursionistica Ligure) gran parte dei sentieri, rendendoli agibili e puliti, grazie anche al contributo di associazioni quali Turchino Outdoor e Ponente Outdoor. Ed è in quest’ottica che è nata l’idea della passeggiata con la collaborazione dei Volontari del Santuario, in occasione della festa patronale di Acquasanta di fine luglio”.

La partenza del percorso, a bassa difficoltà, sull’anello Acquasanta - Biscaccia - Acquasanta, si terrà alle 18,30 circa presso la piazza del Santuario. La quota di partecipazione di sette euro è comprensiva di assicurazione e sacchetto ristoro con prodotti locali confezionati in ottemperanza alle norme anti Covid-19.

“Con la riapertura delle Terme di poche settimane fa e la tradizionale festa di Nostra Signora dell’Acquasanta di fine luglio - afferma il sindaco di Mele, Mirco Ferrando - riparte con grandi speranze il nostro territorio e, ad agosto, ritorneranno le storiche processioni delle Confraternite”.

Lunedì 26 luglio, alle 20,30, si terrà la Messa celebrata da don Giorgio Rusca e, a seguire, la processione con i flambeaux sino alla Cappellina dell’Apparizione e alla Scala Santa, insieme ai rappresentanti delle confraternite. In entrambe le giornate sarà presente il Corteo Storico di Voltri.

“Il nostro Santuario ha una storia molto antica - racconta Padre Giuseppe, rettore del complesso religioso - e, con questi momenti liturgici e con questi eventi, abbiamo cercato di mantenere vivo questo affetto che ogni anno ci dimostrano i fedeli, i confratelli e le persone che si recano costantemente al Santuario. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato a queste iniziative”.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium