Municipio Levante - 25 luglio 2021, 11:45

'‘Passi Lilla', la nuova iniziativa dell’associazione Mi Nutro di Vita

Ieri la genovese Lisa De Bernardini è partita da Calais per percorrere la Via Francigena e arrivare fino a Roma, diventando testimonial del sodalizio. I saluti sullo scoglio di Quarto dei Mille del presidente Stefano Tavilla

'‘Passi Lilla', la nuova iniziativa dell’associazione Mi Nutro di Vita

“È sempre da uno scoglio che si parte. Si parte per unire tanti cuori Lilla”. Questo il saluto, da parte di Stefano Tavilla, all’atleta Lisa De Bernardini che ha deciso di intraprendere 2500 chilometri a piedi e condividere il suo percorso con ‘Mi Nutro di Vita’ e tutte le persone che stanno combattendo contro le Malattie del Comportamento Alimentare, con il fine di sensibilizzare e di dare voce a chi non ne ha: #passililla #tuttiinsieme #nomoreinvisibility.

Venerdì il saluto a Genova, Quarto dei Mille (Municipio Levante) con il selfie insieme a Tavilla e la nuova testimonial. ‘Passi Lilla’ è un cammino di circa due mesi e mezzo, “iniziativa che voglio effettuare - ha spiegato Lisa in un video - proprio camminando anche fisicamente insieme alle persone che affrontano questo problema: mettiamo insieme le voci di tutti, perché camminare insieme è la base per affrontare questi disturbi”.

Chi vorrà e ne avrà la possibilità, potrà condividere con Lisa un pezzetto di percorso, un viaggio di incontri e nuove consapevolezze, anche per soli pochi metri o qualche chilometro, per raccontare la propria storia o soltanto per camminare insieme.

De Bernardini attraverserà: Francia, Svizzera, Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e non solo. Lisa sarà indicativamente in Italia a settembre: le cronache dei Passi Lilla sui canali di ‘Mi nutro di Vita’ cammin facendo.

Per prenotarsi scrivere a: imieipassililla@gmail.com. Non ci sono date fisse e il pernottamento non si terrà esclusivamente nelle tappe indicate. Il 15 marzo è stata la decima ‘Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla’: una ricorrenza che chiede una riflessione sulla problematica dei disturbi alimentari. L’ha voluta con forza e determinazione papà Stefano, promossa dall’Associazione ‘Mi Nutro di Vita’ (Pieve Ligure) che ha fondato dopo la perdita della figlia Giulia a soli 17 anni per bulimia (in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata), giornata che ricorre nel giorno della sua scomparsa. L’obiettivo e l’impegno costante sono sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei Disturbi del Comportamento Alimentare (Dca): Anoressia, Bulimia, Binge Eating, Obesità, Ednos, e tante e nuove forme ancora. In tutta Italia, in occasione di questa Giornata, vengono organizzati eventi di vario genere: convegni, presentazioni di libri, banchetti informativi, colorazioni lilla di fontane, monumenti. Sono ancora troppe le informazioni lacunose e i pregiudizi attorno a questi disturbi che colpiscono anche uomini e ragazzi molto giovani. Per questo, anche con i ‘Passi Lilla’, si vuol accrescere la consapevolezza. Intanto è sempre attiva la petizione on line per offrire una cura possibile a tutti i malati di Dca e dare luce a tutti gli ‘invisibili’ e le loro famiglie, in questo momento delicato, su http://chng.it/wJBBTD9TRn, fenomeno che con la pandemia è aumentato, colpendo sempre più ragazzi e ragazze di giovanissima età.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU