/ Economia

Economia | 04 agosto 2021, 16:34

Nuovi confini del parco di Portofino, Cna: "A favore della nazionalizzazione"

"Occorre definitivamente dare priorità al passaggio verso una economia circolare, per sprecare il meno possibile e recuperare di tutte le risorse disponibili"

Nuovi confini del parco di Portofino, Cna: "A favore della nazionalizzazione"

“La decisione del Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani che, applicando una sentenza del Tar, ha tracciato i nuovi confini del Parco di Portofino nella sua versione 'nazionale' è accolta positivamente dalla Confederazione nazionale dell’Artigianato e Piccola e Media Impresa della Liguria -. Commenta il Presidente Cna Liguria Massimo Giacchetta.

"Oltre ai già presenti comuni di Santa Margherita Ligure, Portofino e Camogli, verranno compresi all’interno dei confini del Parco i limitrofi Recco, Avegno, Tribogna, Coreglia Ligure, Rapallo, Zoagli, Chiavari. Per alcuni comuni le opportunità offerte dai maggiori finanziamenti statali e dalle cure e manutenzioni territoriali non rappresentano un adeguato incentivo. Preoccupano i vincoli e la preoccupazione di gestire un soggetto nazionale. Al contrario riteniamo che questa sfida rappresenti una possibilità di crescita, anche politica e amministrativa, per gli enti locali interessati e un’occasione di tutela ambientale in un territorio sempre più fragile.

Occorre definitivamente dare priorità al passaggio verso una economia circolare, per sprecare il meno possibile e recuperare di tutte le risorse disponibili. Il rilancio economico deve avvenire su modelli diversi rispetto al pre-pandemia e i cardini di questo sviluppo devono essere la sostenibilità ambientale e l’equità sociale. Accogliamo, dunque, con favore ogni opportunità che incentivi tale percorso” conclude Giacchetta.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium