Municipio Ponente - 26 agosto 2021, 15:30

Arriva il Wi-Fi gratuito anche nelle sedi municipali di Pra’ e Pegli

L'iniziativa parte dall’assessore municipale Silvia Brocato. Si spera, per il futuro, di creare delle aule studio, e intanto ecco che viene posto il primo tassello. Non basta più la sola biblioteca di Voltri

Arriva il Wi-Fi gratuito anche nelle sedi municipali di Pra’ e Pegli

Poteva sembrare scontato, e invece non lo era affatto, così grazie all’attenzione da parte di un assessore sempre presente e attivo sul territorio è stato risolto un problema ed è stato garantito un servizio in più a tutta la cittadinanza.

Dopo il Municipio di Voltri, anche le due sedi distaccate di Pra’ e di Pegli avranno l’accesso Wi-Fi libero per tutti i cittadini che frequenteranno la casa comunale. La proposta è stata approvata questa mattina, in Giunta Municipale al VII Ponente: l’iniziativa appartiene all’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità, Silvia Brocato.

“Mi sono resa conto - afferma - che questo servizio era attivo a Voltri, ma non a Pra’ e a Pegli, così ho pensato che sarebbe stato utile introdurlo, anche perché gli uffici pubblici devono garantire l’accesso alla rete a chiunque li frequenti”.

L’allaccio avverrà nelle prossime settimane: è un discorso attuale, ma anche in prospettiva, “perché mi piacerebbe che gli spazi pubblici diventassero sempre più a disposizione della cittadinanza”.

Il tema è quello delle aule studio, che è davvero molto sentito a Ponente, anche perché l’unica biblioteca sulla costa è la ‘Benzi’ di Voltri, poi c’è la ‘Firpo’ a Ca’ Nuova, sulle alture, e poi non c’è più nulla. Delegazioni molto popolate come Pra’, Palmaro e Pegli sono lasciate completamente scoperte, peraltro Voltri ha parecchi problemi strutturali che sono già stati denunciati ampiamente anche se non sono stati ancora risolti.

Quindi, il discorso delle aule studio è molto importante: continua a circolare l’ipotesi, fortemente spinta da alcuni gruppi consiliari di maggioranza al VII Ponente, di creare delle aule studio degli spazi dell’ex stazione ferroviaria di Pra’, ma al momento tutto pare ancora in alto mare.

Così Silvia Brocato allarga il ragionamento: “Ma perché non utilizzare spazi che già ci sono, magari riorganizzandoli un po’ meglio? L’introduzione del Wi-Fi gratuito va esattamente in questa direzione: perché se un domani riusciremo a creare spazi per gli studenti direttamente dentro i municipi, ecco che avranno già questa possibilità di accedere alla rete”.

Nel frattempo, a livello nazionale, è stata potenziata l’app Piazza WiFi Italia, che così migliora i propri servizi. L’obiettivo è permettere a chiunque, sul territorio italiano, di potersi collegare ad internet tramite Wi-Fi in modo del tutto gratuito. L’applicazione, ora aggiornata, permetterà ai suoi utenti di visualizzare tutti gli hotspot presenti con le reti Wi-Fi disponibili nell’intero territorio peninsulare.

L’applicazione è disponibile sia per Android che per iOS, e permette agli utenti che la scaricano di avere un rapido e chiaro quadro della offerta di reti Wi-Fi disponibili nella propria zona di appartenenza. Oltre ai cittadini italiani, Piazza WiFi Italia viene incontro ai tanti turisti che ogni anno popolano le nostre città, rendendo la permanenza sul nostro territorio più semplice e comoda.

Il progetto Piazza WiFi Italia è realizzato in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico che, attraverso il sottosegretario Mirella Liuzzi, ha così commentato l’aggiornamento della mission del servizio: “Piazza Wifi Italia rappresenta un modello di successo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico per l’azione di digitalizzazione dei territori, un’iniziativa che ribadisce l’importanza di connettività e infrastrutture di rete che, mai come nell’ultimo anno, sono diventate elementi fondanti dell’inclusione sociale e della coesione economica del Paese”.

Stando ai dati del 2020, il progetto ha raggiunto ben settecento comuni italiani e decine di reti interconnesse. Un numero che tende a salire e che, nei prossimi mesi, può ambire a coprire l’intero territorio nazionale.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU