/ Economia

Economia | 10 settembre 2021, 07:00

Generatori aria calda: cosa servono e come scegliere quello più adatto

Nei generatori di aria calda a combustione diretta, un potente ventilatore è utilizzato per forzare l'aria attraverso la camera di combustione in cui c'è il bruciatore.

Generatori aria calda: cosa servono e come scegliere quello più adatto

Nonostante il tempo ormai sia impazzito, con mesi autunnali a volte caldi e mesi estivi con piogge improvvise, comunque l’inverno è sempre l’inverno. Vale a dire che fa freddo. E ci sono ambienti che non hanno impianti di riscaldamento fissi. Come le cantine o i box trasformati magari in locali hobby. Ma anche per riscaldare locali di ricovero degli animali, serre, palestre, per asciugare la vernice in caso di imbiancatura dei locali…

In soccorso di chi desidera riscaldare temporaneamente un ambiente ci sono i generatori di aria calda, attrezzature che, attraverso il processo di combustione, producono calore per riscaldare ambienti e locali dove si necessita riscaldamento. Con questi dispositivi è infatti possibile asciugare, riscaldare, essiccare, sgelare. Esistono diversi tipologie di generatori di calore, a gasolio, a gpl, elettrici, che lavorano secondo diversi principi di combustione. I generatori di aria calda online inoltre, hanno prezzi accessibili e nel web, è possibile ritrovare tutte le spiegazioni tecniche sul loro funzionamento ed utilizzo.

Tipi di generatori di aria calda

Vi sono diversi tipi di generatori di aria calda, disponibili anche online. Nei generatori di aria calda a combustione diretta, un potente ventilatore è utilizzato per forzare l’aria attraverso la camera di combustione in cui c’è il bruciatore. Al passaggio dell’aria attraverso il bruciatore, il calore prodotto dal processo di combustione viene trasferito al flusso di aria, garantendo un’efficienza termica del 100%. I generatori aria calda a combustione diretta sono dispositivi ad alte prestazioni, che forniscono una quantità enorme d’aria calda ovunque serva.

Funzionano perfettamente in locali ben ventilati come fabbriche, magazzini o cantieri. I generatori di aria calda a combustione indiretta, invece, utilizzano uno scambiatore di calore: al passaggio dell’aria sopra la parete esterna dello scambiatore di calore, il calore prodotto viene trasferito al flusso di aria. Lo scambiatore di calore nei generatori di aria calda a combustione indiretta è dotato di camino che permette l’espulsione dei gas di combustione all’esterno.

In questo modo, nessun gas prodotto dalla combustione è rilasciato nel flusso di aria in uscita dal generatore. La camera di combustione è progettata per essere molto efficiente: fino al 88,5% del calore prodotto dal processo di combustione viene trasferito al flusso d’aria. Ci sono poi i generatori di aria calda elettrici che forniscono velocemente un calore pulito e sicuro. Ideali in tutti quei luoghi dove non è possibile utilizzare generatori a gasolio o gpl e dove si ha possibilità di allacciarsi ad un adeguata fornitura elettrica (min. 2-3 kw in su e alimentazione 230V o 380V a seconda del modello). Sono dispositivi efficienti per molte applicazioni, ottimi per il riscaldamento temporaneo o d’emergenza grazie alla loro mobilità e semplicità d’uso.

Un’alternativa all’utilizzo dei riscaldatori ad aria elettrici potrebbero essere le lampade a infrarossi, anche se di potenza più limitata e per le quali è comunque necessaria una fonte di energia elettrica.

Scegliere i generatori di aria calda

Scegliere il giusto generatore di aria calda, lo abbiamo visto, dipende da diversi fattori: oltre al tipo di energia con cui sono alimentati, alla grandezza del locale da riscaldare, alla temperatura esterna e alla temperatura che si desidera avere.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium