Attualità | 20 settembre 2021, 15:43

Potenziamento green della Liguria: nuova Carta inventario dei percorsi escursionistici regionali

Piana: "S'arricchisce con quaranta nuovi percorsi su svariati comuni in provincia di Genova, Savona ed Imperia per oltre 220 chilometri"

Potenziamento green della Liguria: nuova Carta inventario dei percorsi escursionistici regionali

Si moltiplicano le iniziative di potenziamento del versante "Green" della Liguria con l'approvazione nella Giunta regionale del 20 settembre della nuova Carta inventario regionale dei percorsi escursionistici: ad annunciarlo il vicepresidente e assessore regionale all’escursionismo Alessandro Piana.

"Si tratta dell'ottavo aggiornamento della Carta inventario dei percorsi escursionistici della Liguria che s'arricchisce con 40 nuovi percorsi su svariati comuni in provincia di Genova, Savona, Imperia per oltre 220 chilometri e la modifica del tracciato di un itinerario nel Comune di Mele. La riscoperta dell'outdoor, del rapporto ancestrale che lega l’uomo all’ambiente e la destagionalizzazione, possibile soprattutto grazie all'entroterra e ai percorsi naturalistici, sono le vere porte della Liguria intrisa di storia, di bellezze e di biodiversità. Un patrimonio non solo da tutelare, ma da amare e continuare a potenziare".

Tra i nuovi ingressi censiti e organizzati nel database regionale la rete di fruizione del comprensorio Pompeiana/Castellaro, due anelli per la scoperta della val Tanarello, una variante dell’anello delle Malghe a Mendatica e l’offerta delle “11 antiche vie” nell’imperiese, i percorsi del “Comprensorio 3 laghi”, la variante dell’anello Rio nero a Calizzano e un breve percorso a Urbe nel savonese, le reti di fruizione di Campomorone e Ronco Scrivia, i percorsi storici di Tribogna e Bargagli nell’area genovese.

In totale si arriva a 892 percorsi sentieristici in Liguria, superando i 5000 chilometri di tracciato. "Numeri decisamente importanti -conclude il vice presidente Piana- che fanno capire la preminenza dell'impegno istituzionale, delle associazioni e dei volontari per mantenere l'immenso ‘mare verde’ che ci caratterizza". lnformazioni e dati cartografici sul geoportale regionale.

Comunicato stampa

Leggi tutte le notizie di I VEGETTI ›

I Vegetti

SINOSSI:
BEPPE e GINO, due tipici vecchietti genovesi, dalla loro panchina, dalla fermata del bus o dall’immancabile cantiere per strada, osservano, commentano e spesso “mugugnano“ sul mondo che li circonda, confrontandolo con quello dei loro tempi.
Gli sketch scaturiscono dalla simpatia e ingenuità dei due personaggi che tentano goffamente di stare al passo coi tempi. Tra strafalcioni, equivoci, modi di dire e un forte accento genovese, Beppe e Gino parlano del mondo che li circonda in svariate location di Genova e della Liguria.

NOTE DI INTENTI:
La serie nasce dall’idea di creare un ponte generazionale tra gli anziani, che vivono in un mondo dove tecnologia e cambiamenti avanzano rapidamente, e i loro nipoti, abituati a tutto questo. Ciò fa sì che i giovani li guardino spesso in modo perplesso, e che questi due mondi siano più distanti di quanto si pensi.
La volontà è quella di creare un punto di incontro culturale: da un lato far familiarizzare gli anziani agli argomenti e al gergo dei giovani (cellulari, app, gadget tecnologici e tutto ciò che essi comportano); dall’altra avvicinare i giovani ad una tradizione fatta di dialetto, modi dire, di una comicità in stile Govi, e di luoghi tipici della nostra regione.
Entrambi questi pubblici hanno qualcosa in cui riconoscersi.
Il pubblico più giovane riconosce Beppe e Gino come i loro nonni, quindi visti con gli occhi ironici e affettuosi dei nipoti nativi digitali, e tramite un format che parla la loro stessa lingua (la webserie). Il pubblico più anziano invece si riconosce nei protagonisti, nel loro modo di fare, di parlare, di ragionare, nelle storie sul loro passato. Entrambi possono trovare un punto d’incontro nei luoghi dove sono ambientate le singole puntate.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium