/ Municipio Valpolcevera

Municipio Valpolcevera | 28 settembre 2021, 13:00

Trasta abbandonata a se stessa tra cantieri e problematiche antiche

Crisi economica, Covid, grandi problemi che affliggono la nostra attuale società senza sosta. In qualche zona però va anche peggio, causa vari eventi e ora grandi cantieri che provocano disagi e cattiva qualità di vita. Lodi e Rossetti del Pd hanno effettuato un lungo sopralluogo

Trasta abbandonata a se stessa tra cantieri e problematiche antiche

“I cittadini non devono essere abbandonati a se stessi e ai loro problemi. E tutto quanto accade nelle loro zone di residenza deve essere conciliato con la vivibilità cui hanno diritto”. Lo ha detto la consigliera comunale Cristina Lodi (Partito Democratico), in visita con Pippo Rossetti, figura storica della vita politica genovese, consigliere regionale in via Fieschi, ed anch’egli sotto il simbolo dei Democratici, al termine di un lungo e accurato sopralluogo in zona Trasta, dove hanno parlato a lungo con la gente e hanno visitato i cantieri aperti in questa parte della città.

Visita in compagnia di altri esponenti politici, tra i quali spicca lo stesso presidente del Municipio Valpolcevera, Federico Romeo, giovane e assai impegnato nella sua funzione, oltre a rappresentanti del Comitato dei cittadini di Trasta.

“La realizzazione delle grandi opere non deve lasciare i cittadini abbandonati da parte delle amministrazioni regionale e comunale, e le esigenze di cantiere devono sempre tenere conto delle condizioni abitative dei residenti”, è stato il commento, chiaro e preciso, di Cristina Lodi e condiviso da Rossetti, con assicurazione di entrambi che effettueranno una vigilanza “come sempre”, indica Cristina Lodi.

Con la promessa di cercare “di intervenire anche attraverso l’osservatorio ambientale previsto dalla normativa nazionale”. Importante poi per la zona la grande attività che sta svolgendo il presidente Romeo, molto attento ai desiderata della gente e sempre presente sul territorio. Non finiremo mai del resto di ricordare che la Valpolcevera tutta soffre da anni di problemi serissimi, di integrazione, vivibilità e persino ordine pubblico ma soprattutto ha dovuto sopportare la pesantissima tragedia di ponte Morandi, che ne ha sconvolto la vita. Disastro senza pari che oltre il terribile tributo di vite umane, ha disastrato l’assetto urbanistico e sociale di questa generosa e importante parte di Genova.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium