Municipio Medio Levante - 11 ottobre 2021, 12:30

Flash mob per la Giornata mondiale delle bambine

Appuntamento nel Municipio VIII Medio Levante oggi alle 17 presso Scalinata Borghese in Via F. Pozzo con l’associazione #100donnevestitedirosso, in collaborazione con Terres des Hommes e Unicef

Flash mob per la Giornata mondiale delle bambine

100donnevestitedirosso’. È questo il nome del Flash Mob organizzato oggi, in occasione della ‘Giornata Mondiale delle bambine’, proclamata dall’Onu. L’iniziativa nasce l’11 ottobre 2012: ‘Terre des Hommes’ lancia questa campagna per garantire alle bambine di tutto il mondo istruzione, salute, protezione da violenza, discriminazioni e abusi.

“Il Comune di Genova - spiega l’assessore alle Pari Opportunità, Tiziana Notarnicola del Municipio VIII Medio Levante - come ogni anno, invita le Scuole, i CIV, le associazioni, i Centri anti-violenza a celebrare la giornata con varie iniziative nei nove municipi, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione quale strumento chiave per arginare il fenomeno della violenza e del maltrattamento dei bambini e delle bambine”.

L’ambasciatrice Unicef Alessia Cotta Ramusino terrà il flashmob ‘100donnevestitedirosso’ per diffondere la cultura del rispetto contro ogni forma di violenza, per tutte le bambine e le ragazze del mondo. “Il diritto all’istruzione, all’educazione e allo studio, fu consacrato come diritto innegabile - dice Ramusino - nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948. Inibire l’accesso alla formazione scolastica è un grave reato contro i diritti umani. Non possiamo stare fermi a guardare. Quest’anno più che mai sentiamo la necessità di celebrare questa giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, International Day of the Girl Child, istituita dall’Onu per richiamare l’attenzione sui diritti delle più piccole e sulla necessità di promuoverne l’emancipazione”.

Unicef è sempre in prima linea e per le bambine in particolare, una delle campagne fondamentali è quella che vuole contrastare il fenomeno dei matrimoni precoci: ‘Bambine non spose’ #8marzodellebambine. I dati non sono confortanti ed è tutt’altro che rosea la condizione delle bambine e delle ragazze nel mondo: ogni 7 secondi una ragazza con meno di 15 anni si sposa; ogni anno 15 milioni di ragazzine vanno a nozze ancora minorenni, con conseguenze drammatiche sulla loro salute, educazione e sicurezza; oltre 1 milione di ragazze diventano madri prima di compiere i 15 anni, 70.000 ragazze tra i 15 e i 19 anni perdono la vita ogni anno per cause legate alla gravidanza e al parto.

Interverranno anche il presidente del Municipio, il presidente di Unicef Liguria Franco Cirio e, in collegamento telefonico da Milano parteciperà il direttore di Terres des Hommes, Paolo Ferrara, che presenterà il dossier 2021: “È necessario che tutte le istituzioni italiane ed europee si impegnino per conseguire l’obiettivo 5 di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030: raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze”.

Le scuole del Municipio VIII Brignole Sale, Richeri, Sauro, Barrili, Diaz, Perasso, Govi aderiscono all’evento con disegni e striscioni su diverse tematiche: #indifesa delle bambine afghane (a cui viene impedita l’istruzione), delle spose bambine o delle spose forzate, del lavoro minorile, della tratta delle bambine schiave. I disegni verranno esposti nelle vetrine dei negozi dei Civ Arbà, San Martino, Piazze e Vie del Corso. Le bambine e le ragazze, vestite di rosso al Flash Mob sulla Scalinata Borghese seguiranno le note di Yallah Respect & Love, https://youtu.be/3kOTKqbtK34. Per info: 339 3014055.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU