Attualità - 14 ottobre 2021, 13:16

La Liguria al TTG di Rimini, l'assessore Berrino: "Fondamentale essere qui perchè è una fiera tornata come prima"

"I dati dell'estate pareggiano quelli del 2019. Nessuno se lo aspettava ma sono numeri che ci rendono felici ma che devono essere confermati nel 2022"

La Liguria al TTG di Rimini, l'assessore Berrino: "Fondamentale essere qui perchè è una fiera tornata come prima"

Dopo un’estate da record per il turismo, da ieri l’agenzia ‘In Liguria’ e la Regione sono al TTG di Rimini con un grande stand, che rappresenta ina nuova sfida che rafforza la campagna autunnale per la destagionalizzazione del comparto e il rilancio di settori trainanti come il food e l’outdoor.

Per il TTG, principale evento B2B in Italia e manifestazione di riferimento per la promozione e la commercializzazione del turismo mondiale nel Paese, la Liguria ha già ottenuto un grande successo ancor prima dell’apertura dell’evento: le imprese di settore che saranno partner nello stand sono ben 31. Ovvero più del doppio dell’ultima edizione quando il numero si era fermato a 14.

“Dopo un anno di assenza torna il TTG di Rimini in presenza: si tratta di una fiera fondamentale per il settore turistico, un'occasione per i nostri operatori di incontrare i più importanti tour operator europei e mondiali – afferma Gianni Berrino, Assessore al Turismo di Regione Liguria - La promozione sui mercati internazionali è fondamentale per dare continuità alla ripartenza che ha caratterizzato questa estate e quindi anche la Liguria sarà presente e protagonista con il suo stand all'interno del quale avremo l'occasione di incontrare gli operatori del settore e la stampa specializzata in vista della stagione invernale e del 2022".

Come spiega Roberto Moreno: “E’ un segnale forte della volontà di ripresa del comparto. C’è un forte desiderio di fare squadra nel promuovere il prodotto turistico made in Liguria: questa è la conferma di una reale comprensione di quanto sia fondamentale collaborare e presentarsi uniti sul mercato. La stessa unità di intenti ci vede anche guardare oltre i confini regionali, come confermano le recenti collaborazioni con il Piemonte. Oggi il mercato nazionale è il target principale, visto che stiamo vivendo ancora una fase legata, in qualche modo, alle barriere create dalla pandemia, ma si intravvedono già i segnali di un ritorno all’internazionalizzazione e noi e i nostri partner vogliamo essere pronti alla sfida. Per questo è importante avere una visione unitaria e basata sulla fiducia reciproca".

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU