Attualità | 15 ottobre 2021, 18:25

Effetto Green Pass in Liguria, Toti: "In 24 ore quasi 700 persone hanno prenotato la prima dose di vaccino"

Il governatore: "Un numero a cui vanno aggiunti i vaccinati con prima dose nell’ultima settimana pari a 3.329"

Effetto Green Pass in Liguria, Toti: "In 24 ore quasi 700 persone hanno prenotato la prima dose di vaccino"

“In sole 24 ore quasi 700 persone hanno prenotato la prima dose di vaccino. Un numero a cui vanno aggiunti i vaccinati con prima dose nell’ultima settimana pari a 3.329. Si tratta di dati molto significativi che derivano dall’effetto green pass entrato in vigore oggi”. Lo comunica il presidente di Regione Liguria e assessore alla sanità Giovanni Toti, facendo il punto sulle vaccinazioni.

Intanto da mercoledì scorso alle 12, data di inizio delle prenotazioni delle terze dosi per gli operatori sanitari non ospedalieri, ad oggi, si è già superata la quota di 1.000 prenotazioni. Per un totale di 18.689 prenotazioni già effettuate, tra operatori sanitari, immuno compromessi e over 80. Per quanto riguarda le vaccinazioni complessive delle terzi dosi sulle stesse categorie, ad oggi si è raggiunta la quota di 11.546 dosi somministrate.

“Come conferma anche il direttore della Clinica di Malattie Infettive di San Martino Matteo Bassetti – dice Toti, la situazione ospedaliera, per quanto riguarda il Covid è sotto controllo e tranquilla. Nella settimana ci sono stati 4 ricoveri, tutti di persone non vaccinate, di cui uno in terapia intensiva. Il prof. Bassetti fa notare che i ricoveri un anno fa, nella stessa settimana , erano 70, di cui 9 in terapia intensiva. Pertanto è evidente che se stiamo uscendo dalla pandemia, lo dobbiamo ai vaccini”.

Il giorno dell’entrata in vigore del green pass obbligatorio per i lavoratori si registra anche un boom dei test antigenici rapidi che nelle ultime 24 ore sono stati 9.006, sicuramente un dato tra i più alti mai segnalato.

Parte domani la possibilità di effettuare il tampone rapido gratuito presso gli hub messi a disposizione dalle Asl liguri per coloro che abbiano già effettuato la prima dose di vaccino e siano in attesa del rilascio del green pass. Per orari e aperture degli hub per i vaccini e tamponi si riporta il link con le indicazioni aggiornate:

Asl 1. https://www.asl1.liguria.it/tutte-le-comunicazioni/1083-vaccini-e-tamponi,-nel-fine-settimana-open-day-negli-hub-della-provincia.html

Asl 2. https://www.asl2.liguria.it/tutte-le-notizie-flash/1058-tamponi-e-vaccini-la-programmazione-di-asl-2-per-il-fine-settimana.html

Asl 3. https://www.asl3.liguria.it/comunicazioni-2021/item/3602-tamponi-gratuiti-post-prima-dose-in-attesa-di-green-pass-per-luoghi-lavoro.html

Asl 4. http://www.asl4.liguria.it/2021/10/15/green-pass/

Asl 5 – Ex Fitram da lunedì 18 ottobre a sabato 23 dalle 8 alle 18. Hub Sarzana da lunedì 18 ottobre a sabato 23 ottobre dalle 8 alle 18 e domenica 24 ottobre dalle 8 alle 13. Tamponi rapidi da sabato 16 ottobre all’Hub di Sarzana dalle 8 alle 13.

Intanto l’incidenza cumulativa negli ultimi 7 giorni in Liguria si attesta a 28 casi su 100.000 abitanti, diminuiscono i nuovi ricoveri ospedalieri a quota 5,2 e anche la pressione sui reparti di media intensità e sulle terapie intensive scende, con una soglia di occupazione di posti letto in area medica e in terapia intensiva pari al 3%, che conferma la Liguria ampiamente in zona bianca, con un rischio basso. Oggi sono stati 69 i nuovi positivi di cui 19 nella Asl 1, 14 nella Asl 2, 13 nella Asl 3, 11 nella Asl 4 e 10 nella Asl 5.

Secondo il report settimanale della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 15 ottobre la Liguria risulta sopra la media nazionale per le vaccinazioni con prima dose degli over 80 (94,77%), sopra la media nazionale anche nella fascia 70-79 anni (87,23%), nella fascia 60-69 anni (80,83% ) e nella fascia 50-59 anni (79,96%).

Redazione

Leggi tutte le notizie di I VEGETTI ›

I Vegetti

SINOSSI:
BEPPE e GINO, due tipici vecchietti genovesi, dalla loro panchina, dalla fermata del bus o dall’immancabile cantiere per strada, osservano, commentano e spesso “mugugnano“ sul mondo che li circonda, confrontandolo con quello dei loro tempi.
Gli sketch scaturiscono dalla simpatia e ingenuità dei due personaggi che tentano goffamente di stare al passo coi tempi. Tra strafalcioni, equivoci, modi di dire e un forte accento genovese, Beppe e Gino parlano del mondo che li circonda in svariate location di Genova e della Liguria.

NOTE DI INTENTI:
La serie nasce dall’idea di creare un ponte generazionale tra gli anziani, che vivono in un mondo dove tecnologia e cambiamenti avanzano rapidamente, e i loro nipoti, abituati a tutto questo. Ciò fa sì che i giovani li guardino spesso in modo perplesso, e che questi due mondi siano più distanti di quanto si pensi.
La volontà è quella di creare un punto di incontro culturale: da un lato far familiarizzare gli anziani agli argomenti e al gergo dei giovani (cellulari, app, gadget tecnologici e tutto ciò che essi comportano); dall’altra avvicinare i giovani ad una tradizione fatta di dialetto, modi dire, di una comicità in stile Govi, e di luoghi tipici della nostra regione.
Entrambi questi pubblici hanno qualcosa in cui riconoscersi.
Il pubblico più giovane riconosce Beppe e Gino come i loro nonni, quindi visti con gli occhi ironici e affettuosi dei nipoti nativi digitali, e tramite un format che parla la loro stessa lingua (la webserie). Il pubblico più anziano invece si riconosce nei protagonisti, nel loro modo di fare, di parlare, di ragionare, nelle storie sul loro passato. Entrambi possono trovare un punto d’incontro nei luoghi dove sono ambientate le singole puntate.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium