Attualità | 27 ottobre 2021, 13:51

Incontro tra il nuovo questore di Genova e il segretario nazionale del Siap Roberto Traverso

Incontro cordiale durante il quale il Segretario, ricoprendo per ora ancora il ruolo di Segretario Generale Provinciale, ha dato il benvenuto al Questore anche a livello locale

Incontro tra il nuovo questore di Genova e il segretario nazionale del Siap Roberto Traverso

Oggi si è tenuto in questura a Genova l’incontro tra il Segretario Nazionale Siap Roberto Traverso e il nuovo Questore di Genova Orazio D’Anna.


Incontro cordiale durante il quale il Segretario, ricoprendo per ora ancora il ruolo di Segretario Generale Provinciale, ha dato il benvenuto al Questore anche a livello locale.


"È stata l’occasione - ha detto Traverso - per riferire ad un Questore della Repubblica di un importante città italiana, quali sono le motivazioni della linea tracciata dal Segretario Generale Nazionale Giuseppe TIANI che hanno determinato la scelta di annunciare lo stato di mobilitazione nazionale e locale a causa delle non più tollerabili penalizzazioni su previdenza e pensioni che emergono anche nella nuova legge di bilancio che acuiscono le già presenti gravissime e pesanti sperequazioni tra forze di polizia a ordinamento civile militari e vigili del fuoco.

Il SIAP insieme a numerose altre sigle sindacali del Comparto Sicurezza  (Siulp, Sap, Siap,Polizia di Stato e Sappe Uilpa Polizia penitenziaria e Fns Cisl Polizia penitenziaria) sentono il dovere morale e politico di preannunciare una azione incisiva e determinata di protesta nell'ipotesi in cui non siano eliminate nella emananda legge di bilancio le gravissime e pesanti sperequazioni tra le forze di polizia ad ordinamento civile militari e vigili del fuoco in tema pensionistico e previdenziale per la non corretta applicazione dell'art. 54 del DPR 1092/73 da parte dell'Inps che nei fatti e nelle scelte ha diviso nettamente il Comparto Sicurezza da quello della Difesa. 


La mancata equiordinazione per il personale che svolge medesimi compiti ruoli e funzioni di ordine e sicurezza pubblica non si puo' tramutare in una ingiustificata e gravissima penalizzazione nei confronti dei poliziotti e poliziotte determinando l'ennesima disparita' di trattamento all'interno del Comparto Sicurezza e Difesa denunciano . Nell'assenza di fatti concreti e risolutori il SIAP insieme alle altre OO.SS. che sostengono lo stato di mobilitazione senza se e senza ma lo stato di agitazione e mobilitazione generale delle forze di polizia e non esiteremo a scendere in piazza con manifestazioni locali e nazionali. Ben consapevoli del delicato momento storico che vive il paese e delle tensioni sociali e internazionali che preoccupano tutti per la tenuta dell'Ordine Pubblico ciononostante - concludono i sindacati - non possiamo far gravare sulle spalle dei soli poliziotti il senso di responsabilita' dello Stato e invochiamo 'la legalita' della legge' per tutti i poliziotti da noi rappresentati diversamente il conflitto sociale e sindacale delle Forze di Polizia ad ordinamento civile sara' irrevocabile 


A livello locale nell’ augurare buon lavoro al Questore D’Anna il SIAP, coerentemente a quanto annunciato in occasione del saluto al Questore Ciarambino, in un momento delicatissimo per i poliziotti che lavorano in pandemico esposti a rischio COVID 19 (rischio valutato ai sensi del D.vo 81-08) ha confermato che ai tavoli negoziali sugli orari di lavoro in deroga chiederà che gli attuali accordi vengano ristrutturati in base ai reali carichi di lavoro ed agli organici a disposizione nel rispetto dei ruoli, qualifiche e professionalità dei poliziotti della Questura di Genova Commissariati compresi.


Se dopodomani (giorno di apertura delle trattabile) registreremo in apertura in tal senso saremo disponibili a lavorare in modo costruttivo con l’Amministrazione, se invece ci presenteranno per il rinnovo il “pacchetto” vigente, il SIAP ritiene che non ci potranno essere le condizioni per poter sottoscrivere nessun accordo.


Abbiamo anche evidenziato l’urgente necessità di valorizzare la professionalità e l’esperienza acquisita dai poliziotti degli uffici investigativi e del controllo del territorio visto che a Genova risulta essere sempre più marginalizzata a favore dell’ordine pubblico e da scelte organizzative interne che determinano la 'fuga' dei poliziotti esperti verso altri uffici (vedasi Squadra Mobile UPG e Commissariato di Rapallo)


Sul fronte delle politiche della sicurezza locale abbiamo ribadito la linea del SIAP che da tempo rivendica che la Questura debba riappropriarsi della titolarità del proprio ruolo istituzionale sulla sicurezza senza essere condizionata dalle scelte di una politica che continua a voler concentrare le risorse nel Centro Storico di Genova, abbandonando la periferia in balia di degrado sociale e insicurezza percepita.


Inoltre abbiamo ribadito che riteniamo importante che il personale della Polizia di Stato venga giustamente e finalmente gratificato attraverso il riconoscimento di premialità adeguate".

C.S.

Leggi tutte le notizie di A CASA CON L'ARCHITETTO ›

A casa con l'Architetto

Giulia Grillo, architetto esperto in interior design, ci accompagna in questa rubrica all'interno delle case, raccontando le richieste e le scelte dei clienti.
Forte della sua esperienza, che coniuga il mondo dell'arte a quello degli interni, raccoglierà le impressioni sulle ultime tendenze nel mondo dell'architettura, dell'arredamento e del design.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium