/ Cronaca

Cronaca | 29 novembre 2021, 13:30

La Polizia di Stato effettua due arresti e una denuncia nelle ultime 24 ore

In manette un 20enne per traffico di sostanze stupefacenti e aggressione a Pubblico Ufficiale in via Gramsci e un 40enne nascosto in un albergo di via Prè

La Polizia di Stato effettua due arresti e una denuncia nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore la Polizia di Stato di Genova hanno effettuato due arresti e una denuncia nel capoluogo ligure per vari motivi.

Via Gramsci

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 20enne senegalese per detenzione di sostanze stupefacenti al fine di farne commercio, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate.

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Prè, durante un servizio appiedato di controllo del centro storico, hanno notato il giovane trasalire alla vista delle divise e darsi a precipitosa fuga. Rintracciato dai poliziotti all’interno del bar dove si era nascosto, il giovane alla richiesta di declinare le generalità, si è scagliato contro di loro con calci e spintoni, colpendo un agente con una testata. Non riuscendo a guadagnarsi la fuga, si è poi gettato a terra masticando freneticamente qualcosa.

Sentendo forte odore di acido acetico e vedendo fuoriuscire saliva marrone dalla bocca del 20enne, gli operatori lo hanno immediatamente messo su un fianco, in posizione di sicurezza. Il giovane, iniziando a sentirsi male, ha sputato spontaneamente a terra quattro involucri termosaldati, risultanti poi contenere circa 4 gr. di eroina Il ragazzo è stato trasportato in ospedale e trattenuto in osservazione per aver ingerito oppiacei. L’agente colpito è stato dimesso con 7 giorni di prognosi per trauma cranico.

Via Prè

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un cittadino rumeno di 40 anni in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze.

I fatti che hanno portato all’emissione del provvedimento risalgono al 2012, periodo in cui il 40enne aveva estorto del denaro ad un cittadino di Firenze minacciandolo di raccontare alla sorella che era omosessuale. La sentenza definitiva di condanna a 3 anni e mezzo di reclusione è del 2019. Ieri il rumeno è andato a pernottare in un hotel del centro storico di Genova e alla Sala Operativa della Questura è scattato l’allert alloggiati. I poliziotti delle volanti dell’U.P.G. sono andati a cercarlo in hotel appurandone la presenza e, dopo la compiuta identificazione, l’hanno accompagnato in carcere a scontare la sua pena.

Centro Commerciale la Fiumara

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato un 19enne genovese per molestia o disturbo alle persone.

Ieri sera la cliente di un negozio di abbigliamento giovanile si è recata nel salottino di prova per misurarsi alcuni capi di vestiario, poco dopo si è accorta, però, che un giovane nel camerino adiacente la stava filmando con uno smartphoneLa donna è riuscita ad avvisare il vigilante del negozio che ha chiamato il 112 e fermato il giovane mentre usciva dal camerino. Agli agenti dell’U.P.G. giunti sul posto il 19enne ha mostrato la galleria del suo telefono dove in effetti era presente il video fatto alla cliente ammettendo di aver fatto una sciocchezza.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium