/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2021, 18:07

Caos nei centri vaccinali, Toti: "Percorsi separati per prenotati e non, ma la presentazione senza sia ultima strada"

Somministrazioni giornaliere tornate sopra le 12 mila unità: "Chiesta alle Asl un'organizzazione con steward". Per i bambini in arrivo centri dedicati

Caos nei centri vaccinali, Toti: "Percorsi separati per prenotati e non, ma la presentazione senza sia ultima strada"

La coda al Palacrociere di Savona

"La poderosa campagna vaccinale sta portando effetti positivi". E' questa, secondo il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, la chiave di svolta nella gestione della pandemia da Coronavirus e dei numeri riguardanti i ritmi di crescita discostanti tra contagi giornalieri e ospedalizzazioni.

Numeri che tengono ancora la Liguria in zona bianca per la prossima settimana, da quando entrerà in vigore il Super Green Pass, scelta che il governatore approva ancora una volta: "Le nuove norme hanno prodotto un'ondata di nuove vaccinazioni superiore alle attese ed è evidente che sia un dato positivo la rinnovata attenzione dei cittadini verso questo strumento - ha sottolineato in un punto stampa Toti - Siamo ormai sopra le 12 mila quotidiane che sono il volume effettuato nei momenti più 'caldi' della campagna vaccinale come giugno e luglio".

Un aumento di somministrazioni che ha portato nei diversi centri vaccinali code e disguidi di varia natura, specialmente laddove si sono svolti degli open day. Per questo il richiamo di Toti ai direttori generali delle cinque Asl liguri è quello "a un'organizzazione più accurata degli hub, affinché ci sia uno screening di chi ha effettivamente bisogno della vaccinazione, con percorsi rigorosamente separati tra chi prenota la prima o terza dose di vaccino e coloro che invece decidono di presentarsi senza prenotazione, per i quali questa modalità dev'essere per assoluta emergenza e non venga considerata una normale linea di presentazione".

Esclusa invece la possibilità, almeno per il momento, di ricorrere all'apertura di nuovi hub.

Intanto Regione Liguria sta predisponendo, con la collaborazione dell'ospedale pediatrico Gaslini di Genova, le modalità per la vaccinazione dei bambini dai 5 agli 11 anni, stimata intorno alla metà del mese. Oltre a un diverso dosaggio del siero, per loro saranno predisposti luoghi separati adeguatamente brandizzati per renderli più accoglienti, con un presidio dei pediatri di libera scelta.

Mattia Pastorino

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium