/ Municipio Levante

Municipio Levante | 03 gennaio 2022, 13:30

'Buon Appetito! Piatto pulito': l'iniziativa a Nervi e a Quinto

Al via ‘Ricibo’, il progetto educativo di ‘Borgo solidale onlus’ che coinvolge le scuole. Un terzo del cibo prodotto a livello mondiale diventa rifiuto e un quarto di esso sarebbe sufficiente a eliminare la fame nel mondo

'Buon Appetito! Piatto pulito': l'iniziativa a Nervi e a Quinto

Al via ‘Ricibo’. È appena stato avviato il progetto che coinvolge alunni e insegnanti dell’I.C. Quinto - Nervi: ‘Ricibo’ di ‘Borgo solidale onlus’. Questa mattina appuntamento presso il punto vendita Coop di corso Europa. Un terzo del cibo prodotto del mondo diventa rifiuto: ne basterebbe un quarto per eliminare la fame in via definitiva.

Si parte da qui, da questo dato sconvolgente e poco noto, ma non ai volontari di Borgo Solidale onlus. “È il secondo anno che viene proposto il nostro progetto - spiega Fiorella Brozzo, la referente, vicepresidente di Borgo solidale onlus - rivolto alle scuole, all’interno del programma Aisa, piattaforma regionale per formazione e sanità. Sia i docenti che le classi svolgono due ore di lezione”.

Ai docenti si illustra la lotta allo spreco, mentre alle classi della primaria e della secondaria di primo grado viene illustrato come si recuperano i prodotti alimentari che Coop dona a Borgo solidale. “Vengono recuperati perlopiù poiché in scadenza e quindi riutilizzati prima che diventino a tutti gli effetti dei rifiuti. Noi li recuperiamo e distribuiamo presso il nostro centro, dove chi viene oltre la spesa con i punti, può anche avere pasta fresca, prodotti di rosticceria, pane e sughi freschi. Si tratta di circa 100 kg alla volta tra la Coop di Nervi e quella di corso Europa. Abbiamo il triste primato di essere tra i primi in Europa per la produzione di questo tipo di rifiuti. E il problema sta alla fonte, con la scarsa organizzazione e un eccesso di domanda”.

Ai docenti si illustrano questi dati: un terzo del cibo prodotto a livello mondiale diventa rifiuto e un quarto di esso sarebbe sufficiente ad eliminare la fame nel mondo. Il cibo non manca, semplicemente è mal distribuito, senza dimenticare l’eccesso di alimentazione dove abbonda. “Basterebbe maggiore capacità di conservazione e una più equa distribuzione e ci sarebbe da mangiare per tutti. Attraverso questo progetto nelle scuole, i bambini vedono con i loro occhi quello che accade, anche andando nelle mense dove si pesano i rifiuti alimentari e poi si passa alle riflessioni e gli approfondimenti, il confronto che coinvolge anche i più piccoli. Molte attività si svolgono anche online, attraverso un Virtual tour di ‘Cambusa’, il centro di distribuzione di Borgo Solidale onlus, nel Municipio IX Levante, dove viene mostrato come si conserva il cibo, anche nei congelatori e come viene successivamente distribuito”.

‘Ricibo’ interessa e coinvolge molto i bambini che sono realmente partecipi e non rimangono indifferenti, così come gli insegnanti. Lo scorso anno sono state ben 30 le classi che hanno aderito a questo progetto e tre anni fa su tutta Genova il progetto ‘Leonia’ ha avuto appunto come argomento lo spreco e il recupero alimentare, coinvolgendo ben 1000 studenti nel Levante. Nel 2021, inoltre, oltre alle scuole levantine sono state coinvolte anche quelle del Ponente genovese, di Bolzaneto, Murta e Borzoli: tutti hanno visto il lavoro quotidiano di ‘Cambusa’, oltre i ragazzi del Levante, dei quartieri di Sturla, Borgoratti e la media R. Enrico. Oggi si passa alla consapevolezza su come venga inevaso da anni l’obiettivo della cancellazione della fame nel mondo. Borgo solidale recupera tutte le eccedenze nei supermercati, nelle scuole, nelle mense e li ridistribuisce: piccoli passi che con la formazione diventano semi promettenti che possono dare ottimi frutti. Per informazioni su ‘Cambusa’ (via Tanini 1 G): http://www.lacambusa.org/; 010 0948196; borgosolidale.onlus@gmail.com.

Rosa Cappato

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium