/ Cronaca

Cronaca | 28 gennaio 2022, 14:17

Colluttazione con gli agenti della polizia locale, c'è la versione del giovane: "Scaraventato a terra, hanno cancellato il video della loro aggressione"

Il 25enne Davide Finotti affida a Instagram la versione dei fatti, ripresa anche dal rapper Salmo. Il giovane accusa anche i carabinieri di non essere intervenuti: "La registrazione della telefonata al centralino lo dimostra"

Colluttazione con gli agenti della polizia locale, c'è la versione del giovane: "Scaraventato a terra, hanno cancellato il video della loro aggressione"

C’è la versione del giovane che ieri è stato protagonista della colluttazione con gli agenti della polizia locale in corso Sardegna dopo aver attraversato fuori dalle strisce. Il ragazzo si chiama Davide Finotti e ha affidato a un post su Instagram, condiviso nelle storie anche dal rapper Salmo, la propria versione dei fatti, raccontando anche di un video che avrebbe realizzato e che sarebbe stato cancellato dagli agenti della locale perché sarebbe stata prova di aggressione nei confronti di Finotti, il quale parla anche di un presunto rifiuto dei carabinieri a intervenire, dopo che il giovane li avrebbe chiamati per chiedere loro supporto. 

Finotti, secondo quanto dichiarato dalla polizia locale, sarà denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, ma è probabile che lo stesso giovane abbia a sua volta sporto denuncia nei confronti degli agenti coinvolti.

Buonasera scrivo qui perché credo ancora nelle persone nella comunità – si legge nel post di Finotti - ma sono davvero affranto deluso demoralizzato per quello che mi è successo oggi. (Ieri, ndr) Questa mattina mentre stavo lavorando come ogni giorno a Genova in corso Sardegna ho attraversato la strada dando la precedenza ai veicoli certo ma non in corrispondenza delle strisce pedonali, senza pensarci davanti a me avevo visto la polizia locale che stava eseguendo un verbale ad un altro veicolo sicuramente un errore sicuramente una violazione del cs ma nella mia testa era una cosa normale una di quelle regole in teoria ma non in pratica pertanto quando attraversando la collega mi ferma per chiedere i documenti estraendo il portafoglio chiedo il motivo dell’accertamento e mi viene risposto: ‘per la sanzione’ mi sono rifiutato di ricevere una sanzione si perché ormai è molto tempo che mi sono accorto che in determinati periodi dell’anno magicamente i poliziotti si trasformano in affamati di multe che ti fanno la multa per qualsiasi e cosa e a me questo sinceramente non piace perché è la dimostrazione che fanno rispettare le regole solo quando devono fare cassa insomma del motivo che sta alla base di quelle regole non gli interessa e a me questo proprio non piace.

Il collega a quel punto fin dall’inizio si dimostra ostile avvicinandosi alla mia faccia intimando di fornire i documenti senza cercare di instaurare un dialogo continuo a rifiutarmi comincia a cercare di trattenermi con la forza prima prendendomi un braccio e poi tirando fuori le manette come fossi un rapinatore.


Inizio a spaventarmi prendo il telefono ed inizio a riprendere. Sempre lo stesso agente mi strappa il telefono dalle mani siccome si vedeva che mi aveva dato una manata sul volto ed elimina il video che stiamo cercando di recuperare. A quel punto chiamo io i carabinieri non appena mi restituisce il telefono inizia lo show i carabinieri siccome ero già con delle forze dell’ordine si rifiutano di venire la telefonata al centralino che è registrata lo dimostra. Gli altri due agenti si preparano mi saltano addosso scaraventandomi per terra facendomi anche colpire una moto che è caduta su un'altra moto".

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium