#ILBELLOCISALVERÀ | 13 marzo 2022, 17:27

Loris Lombardo musicista savonese: “A Verezzi per rappresentare l’Italia in un video dove suono con 200 artisti da tutto il mondo”

Per il multipercussionista, batterista, compositore, nonché fondatore della prima scuola di handpan in Italia e autore del primo manuale al mondo dello strumento, Verezzi è il luogo che lo mette in connessione con le sue emozioni

Loris Lombardi, musicista savonese:  “A Verezzi per rappresentare l’Italia in un video dove suono con 200 artisti da tutto il mondo”

Nalla foto il musicista Loris Lombardo a Varigotti, Finale Ligure

Tappa a Borgio Verezzi questa settimana per la rubrica #ILBELLOCISALVERÀ, dove qualche tempo fa si è fermato un musicista, savonese di nascita, che lavora in tutto il mondo per la sua bravura, ovviamente, e per la particolarità dello strumento che utilizza: si tratta dell’handpan e lui è Loris Lombardo. Il musicista, nell’ambito di un progetto per l’emittente nazionale cinese Cgtn, ha rappresentato l’Italia in un videoclip in cui l’orchestra classica cinese ha suonato insieme ad altri artisti nel mondo, ognuno nel luogo liberamente scelto. Un video unico, un solo brano, tanti artisti che lo interpretano, ognuno con il proprio strumento, per lo più tradizionali ed etnici, dal luogo che più lo rappresenta. E Loris Lombardo ha scelto la splendida terrazza sull’infinito che è Piazza Sant’Agostino, a Verezzi. Incuriosita, l’ho contattato per un bellissima chiacchierata.

Loris Lombardo nasce a Savona nel 1985. Multipercussionista, batterista, compositore, nonché fondatore della prima scuola di handpan in Italia e autore del primo manuale al mondo di handpan. È ricercatore di suoni e timbri musicali, infatti la sua musica è frutto di un’evoluzione continua della sua esperienza musicale, cominciata con lo studio della batteria e successivamente delle percussioni classiche presso il conservatorio, dove si è laureato  a pieni voti e che l’ha portato a interessarsi alla musica di tradizioni diverse. Il suo talento e la curiosità gli hanno aperto la strada verso la conoscenza di concetti e timbri musicali non convenzionali, consentendogli di creare un proprio stile, originale e innovativo.

Successivamente al conseguimento delle lauree  in percussioni classiche presso il conservatorio G.F. Ghedini di Cuneo, in batteria alla scuola NAM con Tullio De Piscopo, alla Soncino Percussion Academy e alla Ultimate Drum Experience di Londra, si è dedicato allo studio di percussioni indiane, turche, mediorientali e derivanti da ogni tradizione del mondo. Poi scopre l’handpan, strumento musicale nato a Berna, in Svizzera, nel 2000. Se ne innamora, così “ho messo insieme tutte le mie conoscenze in campo musicale e ho iniziato a studiarlo – racconta Loris Lombardo -, riuscendo a specializzarmi, difatti ho scritto il primo manuale al mondo dedicato allo studio dell’handpan”.

Proprio grazie al libro, che ha fatto il giro del mondo, punto di riferimento per lo studio dello strumento, il musicista ha iniziato a essere contattato da artisti e operatori del mondo dello spettacolo a livello internazionale. Vanta collaborazioni di rilevanza e un primato assoluto: aver portato l’handpan sul palco dell’Ariston, in occasione del Festival di Sanremo 2020, in diretta internazionale Rai, accompagnando la cantante Emma Marrone. “Per l'esibizione ho usato 5 handpan costruiti appositamente da me”, ha spiegato il musicista.

Non mi bastava suonarlo, ho voluto di più e ho deciso di iniziare a costruire gli handpan. Sapevo cosa volevo, ma non sapevo come ottenerlo, ma a forza di prove e studi, ci sono riuscito. Oggi sono l’unico costruttore che li realizza con l’orecchio di un musicista professionista – prosegue Loris durante la chiacchierata fatta insieme -. I  miei handpan vengono acquistati da musicisti provenienti da ogni parte del mondo e molti vengono nel mio laboratorio di Genova a ritirarlo, perché vogliono sapere di più. Vengono dal Texas, dall’India, dalla Norvegia, da tanti luoghi del mondo, e colgono l’opportunità per visitare la splendida città di Genova”. 

Dopo una tournée in Cina, fatta prima che iniziasse la pandemia, è stato chiamato dall’emittente nazionale cinese Cgtn, che gli ha proposto di rappresentare l’Italia nel videoclip con la musica del mondo, diffuso poi lo scorso dicembre, in Italia in occasione del Capodanno. Loris Lombardo, potendo scegliere un luogo iconico dove suonare il brano, ha pensato a Verezzi “perché mi affascina con la sua poesia ed è capace di mettermi in connessione con  le mie emozioni. Mi avevano proposto la piazza del Duomo di Milano, sicuramente bella, ma io sono savonese e, benché io ami la città lombarda, non mi avrebbe rappresentato appieno, con le mie tradizioni e le mille sfumature della mia musica”.
#ILBELLOCISALVERÀ

 

Maria Gramaglia

Leggi tutte le notizie di #ILBELLOCISALVERÀ ›

Leggi anche

domenica 26 giugno
domenica 12 giugno
domenica 05 giugno
domenica 22 maggio
domenica 08 maggio
domenica 01 maggio
lunedì 18 aprile
domenica 10 aprile
domenica 03 aprile
domenica 27 marzo
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium