/ Sport

Sport | 15 maggio 2022, 17:53

Genoa, è quasi game over: il Napoli festeggia l'ultima di Insigne, al Vecchio Balordo resta una speranza aritmetica

Osimhen, Insigne e Lobotka firmano la condanna a sperare in una complessa combinazione di risultati tra stasera e l'ultima giornata

Foto tratta dalla pagina ufficiale Facebook del Genoa Cfc

Foto tratta dalla pagina ufficiale Facebook del Genoa Cfc

Se trovare un colpevole può ai disastri della stagione può essere esercizio assai di facile svolgimento se praticato con superficialità, riuscire a sperare nell'aritmetica per il Genoa, dopo la sconfitta per 3-0 a Napoli, è prova assai ardua.

Con la Salernitana avanti di tre punti e il Cagliari solamente di uno, pur con una partita in meno ossia quella di stasera contro l'Inter, la speranza rossoblu si chiama classifica avulsa, ma solo in caso pareggio dei sardi contro i nerazzurri: in quel caso si dovrebbe sperare in un arrivo a pari punti (31) per tutte e tre le squadre coinvolte in questa cervellotica lotta. A quel punto la classifica avulsa salverebbe i liguri.

Una combinazione di risultati che terrà i tifosi del Grifone attaccati alla televisione o alle radioline questa sera tifando per il pari della Sardegna Arena, dopo un pomeriggio dove i ragazzi di Blessin sono caduti vittime dello stillicidio di emozioni snocciolatesi al "Maradona".

Non solo quelle dell'addio di Lorenzo Insigne, pronto a trasferirsi a luglio in Canada per giocare l'Mls. A regalare il primo brivido è infatti Yeboah, scelto per sorreggere dall'inizio il peso di un attacco decisamente croce del nuovo Genoa targato Blessin, colpendo la traversa sulla testa di Ospina, e poi Portanova che però si fa intimorire dall'estremo colombiano. Gol sbagliato, gol subito. Un'evenienza che non poteva non verificarsi in questa maledetta stagione genoana, e così al 31' Osimhen insacca il cross di Di Lorenzo.

Perso Badelj per infortunio il Genoa non si dà comunque per battuto, ma la mancanza di uno "stoccatore d'area" si fa sentire nella ripresa con le opportunità per Portanova e Criscito. E così sono ancora i partenopei a segnare e chiudere i giochi: al 62' il capitano lascia il segno in questa sua ultima davanti al pubblico amico dal dischetto, e all'81' è Lobotka a chiudere il punteggio con un tondo 3-0.

Mattia Pastorino


Sei un tifoso? Ti occupi di un club di tifosi? Sei un appassionato di calcio?
Contattaci: daremo spazio ai tuoi pareri, umori e commenti sul Genoa. Scrivi a redazione@lavocedigenova.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium