/ Eventi

Eventi | 18 maggio 2022, 14:10

I diritti delle donne afghane al centro del 'Festival dell'Eccellenza al Femminile'

L'appuntamento è per sabato 21 maggio alle ore 16.00 nella sala dell'ex Chiesa San Salvatore in piazza Sarzano

I diritti delle donne afghane al centro del 'Festival dell'Eccellenza al Femminile'

La precarietà dei diritti conquistati, la parità di genere e l'empowerment delle donne, in Afghanistan e nei paesi in guerra, sono i temi che il Festival dell’Eccellenza al Femminile propone sabato 21 maggio alle ore 16.00 nella sala dell'ex Chiesa San Salvatore in piazza Sarzano, per il secondo appuntamento dell’iniziativa “Cartello Donne Diritti – Genova per le donne Afghane”, partita lo scorso 5 febbraio con una grande partecipazione della cittadinanza.

"In questi giorni" - dichiara Consuelo Barilari, direttrice del Festival dell'Eccellenza al femminile e di Schegge di Mediterraneo - "la situazione in Afghanistan è ulteriormente peggiorata. Il 7 maggio i Talebani hanno di nuovo imposto per legge il burqa a tutte le donne fuori dalle mura domestiche, in pubblico, per strada e al lavoro, e sotto la responsabilità del marito, del fratello, del padre. Ma le donne afghane non accettano questa volta e si stanno ribellando."

L’evento - che vuole contribuire a riaccendere i riflettori sul dramma in corso - si aprirà con Giuliana Sgrena e la presentazione del suo nuovo libro, dedicato all’imposizione del velo nei paesi musulmani: “Donne Ingannate – Il velo come religione, identità e libertà”, pubblicato il 12 maggio dalla casa editrice Il Saggiatore; a seguire ci sarà un panel condotto da Maria Paola Profumo, già presidente dei Musei del Mare del Mediterraneo. Parteciperanno Ariel Dello Strologo, candidato sindaco di Genova per la coalizione progressista, Arianna Pitino, Presidente del Comitato Pari Opportunità dell'Università di Genova; la giornalista afghana Rahel Saya; Cristina Lodi, consigliera del Comune di Genova; Stella Acerno di Amnesty International; Flora Cordone di Udi Genova; Giovanna Badalassi, economista di genere. In collegamento sarà presente anche Sahraa Karimi, la regista afghana a cui è stato assegnato il Premio Ipazia Internazionale all'Eccellenza Femminile 2021. 


Seguirà la proiezione del documentario “Noi donne afghane” (Italia, 2021, durata 55’), sceneggiato e diretto da Sabina Fedeli e Anna Migotto per 3D Produzioni. Saranno presenti la regista Anna Migotto e la produttrice e soggettista Didi Gnocchi. Il film racconta la storia comune di otto donne fuggite dall’Afghanistan dopo il ritorno del regime talebano. Tra queste, la fotografa Roya Heydari, la regista Sahraa Karimi, la giornalista e attivista Mahbouba Seraj, la sindaca Zarifa Ghafari, la sportiva Samira Asghari, l’imprenditrice Zahra Hamadi, l’educatrice Pashtana Durrani e l’attivista Amina. Le protagoniste parlano in prima persona del loro lavoro, della condizione femminile nel loro paese e dei propri obiettivi futuri. Tra senso di nostalgia per la propria terra e determinazione nel continuare a lottare, il docufilm è un lungo e intenso cammino alla scoperta di una realtà ancora poco conosciuta.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium