/ Eventi

Eventi | 21 maggio 2022, 23:51

Con il falò e i fuochi d'artificio si è concluso il primo Entierro de la Sardina, migliaia in piazza De Ferrari (Foto e video)

Migliaia le persone in strada, dove si respira già da questa mattina atmosfera di festa

Con il falò e i fuochi d'artificio si è concluso il primo Entierro de la Sardina, migliaia in piazza De Ferrari (Foto e video)

Festa grande a Genova per il primo Entierro de la Sardina, la tradizionale manifestazione di Murcia che suggella il gemellaggio tra le due città. Dopo la sfilata dei figuranti di questa mattina dall'Acquasola a Caricamento, questa sera dalle 21 la sfilata dei protagonisti è partita da piazza della Vittoria ed è proseguita fino a piazza De Ferrari, dove si è celebrato l'entierro, il funerale della sardina, con un grande falò a cui sono seguiti i fuochi d'artificio.



Migliaia le persone in strada, dove si respira già da questa mattina atmosfera di festa.

Gigantesche figure, carri con creature marine, gruppi artistici e folkloristici di Genova e di Murcia, gli sbandieratori, le bande genovesi e le charangas spagnole, i rappresentanti dei gruppi e del corteo storico genovesi in costume, le filarmoniche, i figuranti della città di Murcia e le coloratissime ballerine in costume hanno sfilato tra la musica e migliaia di genovesi e turisti che hanno assistito al passaggio del corteo. Dalle carrozze, dedicate alle divinità dell’Olimpo, sono stati lanciati al pubblico migliaia di giocattoli.



Dallo scorso dicembre Genova e Murcia sono sister cities e uniscono le forze per un lavoro congiunto di scambi e di promozione. In questo quadro, e nell’ambito di un progetto europeo che vuole favorire gli scambi tra le municipalità, questo evento peculiare di Murcia è stato esportato a Genova, riscuotendo un successo di pubblico, genovese e non solo.

TOTI: L’ENTIERRO DE LA SARDINA PER LA PRIMA VOLTA A GENOVA CONQUISTA GENOVESI E TURISTI

"È un'emozione parlare davanti a questa piazza, è una notte magica. Il sorriso, la voglia di stare insieme e conoscere nuovi amici come questa sera sono la forza di questa città e di questa regione e sono una forza invincibile. Ciao Genova! E ci vediamo a Murcia l'anno prossimo!". Così il presidente della Regione Liguria questa sera in piazza De Ferrari si è rivolto alle migliaia di persone scese in strada per festeggiare per la prima volta a Genova l’Entierro de la sardina’ che celebra il gemellaggio tra la lanterna e Murcia in Spagna e che ha visto oggi snodarsi, per le vie del centro, una splendida sfilata popolare con gigantesche figure di cartapesta. Culmine dell'evento, questa sera, il grande falò con le fiamme che hanno avvolto un'enorme sardina in cartapesta, compiendo il rito dell’Entierro. E per finire, lo spettacolo pirotecnico-musicale.



Ancora una volta la Liguria – afferma il presidente della Regione - vuole confermarsi come meta ambita per i turisti e amata dai suoi cittadini non solo per il nostro bellissimo mare. E tornare in piazza, dopo due anni di pandemia, è ancora più bello perché segna la ripartenza e una libertà nuovamente conquistata. Inoltre abbiamo ottime notizie sulla stagione turistica, iniziata peraltro in anticipo, con una stima di presenze in aumento del 10% rispetto all’anno scorso. Una primavera che è partita nel migliore dei modi confermando la nostra regione come una delle mete più gettonate dagli italiani e con gli stranieri che stanno ritornando in massa, alla ricerca di luoghi non convenzionali, come è il nostro territorio, sempre più attrattivo, grazie anche a iniziative di promozione come quella odierna”.

L’Entierro, ovvero il Funerale della sardina, è una sfilata popolare che generalmente conclude il Carnevale e nasce nel 1850 da un gruppo di studenti universitari i quali, per festeggiare la fine del periodo quaresimale, avevano organizzato il ‘funerale’, con tanto di falò per bruciare la sardina, simbolo del digiuno e dell’astinenza. A organizzare la parata di Murcia, sono una trentina di gruppi di sardineros, associazioni che si occupano dell’animazione della città nei giorni precedenti alle parate.

La sfilata dell’Entierro de la Sardina si apre con gigantesche figure, comparse e charangas (bande di musica popolari) e prosegue con le carrozze, dedicate alle divinità dell’Olimpo, da dove vengono lanciati al pubblico migliaia di giocattoli. Tutti accompagnano la figura della sardina fino al luogo in cui verrà bruciata, nel bel mezzo di uno spettacolo di fuochi artificiali e una grande festa popolare.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium