/ Cultura

Cultura | 10 giugno 2022, 07:49

Martedì 14 giugno il concerto di Hilmar Gertschen nella Chiesa di S. Matteo

Quarto e ultimo appuntamento del I° Festival Organistico Internazionale di Genova “Arte & Musica nelle chiese della Superba”

Martedì 14 giugno il concerto di Hilmar Gertschen nella Chiesa di S. Matteo

Il quarto e ultimo appuntamento del I° Festival Organistico Internazionale di Genova “Arte & Musica nelle chiese della Superba” si terrà martedì 14 giugno, alle ore 17.30, presso l’Abbazia di S. Matteo. Si tratterà di una magnifica occasione per ascoltare il prezioso organo storico “Antonio Alari” (1773) in un vasto repertorio concepito appositamente per esaltarne le caratteristiche timbriche. Sarà protagonista dell’evento il concertista svizzero Hilmar Gertschen, organista titolare della Kollegiumskirche di Briga. Un appuntamento prezioso con cui si chiude una rassegna accolta da un pubblico molto numeroso, attento e partecipe. Promosso dall’Associazione Culturale “Rapallo Musica” – ETS, il festival è nato con l’intento di arricchire ulteriormente l’offerta musicale della città di Genova attraverso la valorizzazione del suo patrimonio organario. Il concerto si avvale del sostegno economico dell’Assessorato al Commercio e Grandi Eventi del Comune di Genova, della Fondazione Carige e del Centro Latte Rapallo e del patrocinio dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici dell’Arcidiocesi di Genova. L’ingresso è libero e gratuito, ma è richiesto l’uso della mascherina FFP2.  

BIOGRAFIA DI HILMAR GERTSCHEN

Hilmar Gertschen è nato nel 1960 a Freiburg (Svizzera) ed è cresciuto a Naters. Ha frequentato corsi di pianoforte ed organo alla Oberwalliser Musikschule a Briga sotto la guida di Anna Kronig. Successivamente ha studiato organo e clavicembalo presso l’Accademia di Musica di Basilea con Rudolf Scheidegger, conseguendo nel 1986 il Solistendiplom. Ha poi concluso i suoi studi in Olanda con Bert Matter e si è in seguito perfezionato con illustri maestri, quali Guy Bovet, Rudolf Meyer e Marie-Claire Alain. Ha inoltre conseguito il Diploma di Direttore di Coro presso l’Accademia di Musica Sacra di Lucerna e quello di Clavicembalo presso la Schola Cantorum Basiliensis sotto la guida di Jan Goverts.

Nel 1991 è stato nominato Organista della Pfarrkirche a Naters e dal 1994 è anche organista titolare della Kollegiumskirche a Briga, dove svolge anche attività di direttore artistico del locale Festival Organistico. Insegna Organo, Pianoforte e Teoria Musicale presso la Musikschule di Oberwallis.
Tiene regolarmente concerti in Svizzera, Germania, Italia, Austria, Ungheria, Polonia e Russia. Ha al suo attivo varie registrazioni per emittenti radiofoniche svizzere e la progettazione di nuovi organi.

ORGANO DELL’ABBAZIA DI S.MATTEO, GENOVA

L’organo dell’Abbazia di San Matteo, chiesa gentilizia della famiglia D’Oria, è stato costruito dall’organaro Antonio Alari di Roma nel 1773.
Collocato in cantoria, nel lato sinistro del transetto, l’organo è racchiuso entro un vano ricavato nella muratura. Il prospetto è incorniciato da un grande intreccio di palmizi e fiori nascenti in legno scolpito e dorato.
La tastiera, posta in finestra sotto il prospetto, conta 45 tasti con estensione Do1-Do5 e prima ottava scavezza. I tasti diatonici sono coperti in bosso, i cromatici sono di noce ricoperti d’ebano.
La pedaliera è del tipo a leggìo, conta 14 pedali (Do1-Fa2) ed è realizzata in noce, sempre unita al manuale. L’ultimo pedale comanda il Rollante.
I registri sono comandati da pomelli in noce disposti su due colonne a destra dell’organista.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium