Liguria: storia, leggenda e attualità | 30 luglio 2022, 14:13

“We Play Football”, la realtà ligure che introduce i bambini autistici nello sport, con l’obiettivo di realizzare i loro sogni.

Basando questa realtà su valori fondamentali, gli insegnamenti base sono la lealtà, la correttezza e l’educazione; non esiste vittoria o sconfitta. La partita si vince scendendo in campo insieme!

“We Play Football”, la realtà ligure che introduce i bambini autistici nello sport, con l’obiettivo di realizzare i loro sogni.

La We Play Football non è una scuola calcio e si pone come obiettivo quello di proporre un nuovo modo di avvicinarsi al mondo del pallone, non in maniera agonistica ma attraverso un approccio ludico e formativo, finalizzato a una maggior conoscenza di sè stessi e delle proprie capacità coordinative e tecniche calcistiche di base.

Basando questa realtà su valori fondamentali, gli insegnamenti base sono la lealtà, la correttezza e l’educazione; non esiste vittoria o sconfitta. 

 

Il progetto “TUTTI INSIEME IN CAMPO” è stato ideato e creato dal Presidente Simone Spinelli, ex calciatore professionista del Genoa degli

anni ‘90, che si ripropone nel mondo del calcio come allenatore ed educatore per i più piccoli. Insieme alla Dott.ssa Carla Botta, relatrice e coordinatrice del progetto e con l’Associazione Pedagogica Philos che si occupa di bambini autistici, la sfida sul campo diventa una sfida nella vita e Spinelli ha fatto il gol più bello della sua carriera realizzando il sogno di bambini autistici con sindrome di asperger, di giocare una partita di pallone. 

Tutto inizia con lo sviluppo della passione del bambino per lo sport, per poi agire sui deficit motori e sul lato cognitivo ed emozionale. Il progetto è partito da una fase sperimentale della durata di 3 mesi, con sedute individuali e collettive. A metà del percorso sono stati inclusi bambini normodotati, scelti in base alle loro caratteristiche caratteriali e alla loro voglia di mettersi a disposizione del gruppo con pazienza e disponibilità. 

 

L’Associazione ad oggi ha sostenuto ogni onere con le proprie risorse e attraverso eventi di beneficienza TUTTE le spese del progetto, consapevole di non volere gravare sulle famiglie di ulteriori costi oltre a quelli che già sostengono per le terapie dei propri bambini. La società provvede al pagamento della struttura, del materiale tecnico e visivo, all’abbigliamento sportivo dei bambini al fine di incentivare in loro il senso di appartenenza ad una squadra e gruppo, in cui si sono identificati e sentiti a proprio agio, dato importante per ottenere da loro il massimo impegno, miglioramento e partecipazione. Anche tutte le spese di allenatori, educatori e terapisti sono sempre state coperte dall’associazione stessa. 

Una realtà a cui bisogna prestare attenzione, in quanto merita non solo grande rispetto ma anche aiuto e sostenimento. Come autore di questa rubrica invito i miei lettori a visitare il sito web o a contattare l’associazione in oggetto per info a riguardo. Ho conosciuto Simone di persona e la sua disponibilità, simpatia e passione mi ha colpito nel segno. 

Contatti:

Cell: 345 038.1191 - 348 593.5669

www.weplayfootball.it • weplayfootball@outlook.it

Contatti dell’autore della rubrica:

Instagram: dario_rigliaco

Facebook: dario rigliaco autore

Da segnalare inoltre, dello stesso autore di questa rubrica, alcuni titoli disponibili su Amazon: “Case infestate e Ponti del Diavolo” e “Streghe, Diavoli e altre leggende italiane”.

Tante curiosità da scoprire su “Il medioevo in 333 risposte”, oppure le saghe celtiche e arturiane in: “Bretagna, miti misteri e leggende”, “Miti&Misteri della Liguria”, “Fiabe Liguri”, “Liguria da scoprire” o ancora “borghi imperdibili della Liguria”. 

Se sei a conoscenza di una leggenda o una storia da raccontare legata alla Liguria, anche di attualità e vuoi farla conoscere, oppure sei stato protagonista di un fatto misterioso, puoi scrivere qui: dariorigliaco@gmail.com.

Dario Rigliaco

Leggi tutte le notizie di LIGURIA: STORIA, LEGGENDA E ATTUALITÀ ›

Liguria: storia, leggenda e attualità

Presidente e Co-fondatore dell'associazione D&E Animation Genova, Dario Rigliaco conosciuto anche con il nome di “Dario il leggendario” per il suo personaggio legato alla sua passione per i miti, i misteri e le leggende. 

Il personaggio nasce televisivamente durante una stagione di lavoro a Mediaset, grazie a una rubrica di Luca Galtieri a “Striscia la notizia” che esalta goliardicamente le leggende popolari italiane. 

Dario Rigliaco “il leggendario”, ne scrive i servizi, gestisce la regia e interviene con aneddoti misteriosi. 

Dario è un autore e sceneggiatore pluripremiato che scrive molto sulla sua amata Liguria, dove con “Miti&Misteri della Liguria” vince un premio letterario internazionale. 

Tra le sue opere:

  • Oltre 18 premi internazionali legati al cinema e alla letteratura negli ultimi 2 anni;
  • Oltre 20 opere letterarie editate;
  • Oltre 250 copioni per teatri e piazze, scritti in 10 anni di attività.

Tra i progetti di successo, il cortometraggio “30’to Hell” girato in Val Bormida e diretto insieme a Gianluca Messina è stato premiato anche a Londra, New York e Las Vegas, mentre con la sceneggiatura inedita "Refuge" insegue il decimo premio internazionale.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium