/ Eventi

Eventi | 04 agosto 2022, 08:16

A Villa Bombrini la settimana edizione del Festival All the music

L'evento è organizzato dalla Società per Cornigliano e dall'Associazione Culturale WorldToday di Genova, diretta da Michele Ienco

A Villa Bombrini la settimana edizione del Festival All the music

Torna il Festival All the music giunto alla settima edizione. Sabato 6 agosto dalle 21.30 a villa Bombrini si terrà il concerto del gruppo musicale 'Radici a Sud' - musica della tradizione popolare del sud Italia. Il 7 agosto, dalle 21.30 sarà il turno di 'Mala Hora' - Klezmer Balkan Music.

L'evento è organizzato dalla Società per Cornigliano e dall'Associazione Culturale WorldToday di Genova, diretta da Michele Ienco.

Il gruppo musicale Radici a Sud nasce dalla fusione di alcuni membri de La Malacrianza, uno dei primi progetti musicali di riproposizione del repertorio tradizionale del sud Italia, con alcuni musicisti provenienti da Puglia, Campania e Calabria.

Il gruppo voce, chitarra, chitarra battente, mandolino, mandola, marranzano, lira calabrese e tamburi a cornice, fisarmonica, tamburi, coro, flauti, violino, coro. Il repertorio presentato da Radici a Sud esplora le forme della musica popolare di trasmissione orale del meridione, passando da canti vocali, serenate, inni paraliturgici, fino alle varie forme di tarantelle.

Questa musica anima ancora molte feste di paese dal centro Italia fino all'estremo sud, al ritmo del tamburello o delle castagnette, che accompagnano a seconda delle regioni strumenti solisti a pizzico, a fiato o ad arco.Tutte le diverse radici del nostro Sud portano la linfa vitale a questo progetto.Nel repertorio: pizzica, taranta, tammurriata, tarantella e tanto altro ancora.

Mala Hora è un gruppo musicale che incentra il proprio repertorio sulla tradizione artistico-musicale dell'Est Europa e della penisola Balcanica. Musiche Klezmer, Balcaniche, dell'est europa, Gitane, della Grecia, di Goran Bregovic e dei Gogol Bordello si fondono - con la chitarra e la voce di Andrea Massone e il violino di Alice Nappi, accompagnati dalla fisarmonica di Denis Dariy  - in un unico repertorio/concerto che si prefigge di far percorrere all'ascoltatore un divertente cammino attraverso i paesi attraversati dal fiume Danubio. Il repertorio spazia tra arrangiamenti personali ed alcune versioni più fedeli alla tradizione innestando, in questo percorso, numerosi brani dell'artista di Sarajevo Goran Bregovic il grande traghettatore della musica Balcanica in occidente e non solo. Un'occasione per percorrere un intenso e coinvolgente viaggio tra la Romania e la Grecia passando per il fitto e complesso mondo delle musiche Balcaniche e gitane dense di ritmo e di malinconia.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Non è necessaria la prenotazione.
Ampio parcheggio gratuito.

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium