/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2022, 18:37

Piaggio Aero, due nuove commesse da 46 milioni ma a tenere banco è sempre la vendita dell'azienda

Il commissario Nicastro: "Fase delicata, tutte le nostre energie profuse per individuare un compratore che dia garanzie di rilancio a lungo termine"

Piaggio Aero, due nuove commesse da 46 milioni ma a tenere banco è sempre la vendita dell'azienda

Lo stabilimento Piaggio Aerospace di Villanova d'Albenga

Il processo di vendita della società prosegue: la fase è delicata e impone il massimo della riservatezza, ma posso assicurare che stiamo profondendo tutte le nostre energie per arrivare a selezionare il compratore che offra le dovute garanzie, anche finanziarie, e si impegni a sostenere il futuro di lungo termine dell’azienda”.

Con queste parole che il Commissario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro, ha aperto oggi l'incontro tenutosi nel pomeriggio presso l’Unione Industriali di Savona con le rappresentanze sindacali.

A preoccupare questi ultimi, nelle scorse settimane, erano state le notizie circa le due pretendenti all'azienda le cui offerte erano arrivate sul tavolo dello stesso Nicastro dopo il secondo bando di gara scaduto il 30 maggio, ridottesi a una sola (pare quella del magnate Randeep Singh Grewal e della sua "Greran Family Office") dopo il passo indietro annunciato dal fondo svedese "Summa Equity". 

Non possiamo d’altra parte affidare i destini di Piaggio Aerospace a chi non intenda soddisfare appieno i requisiti imposti dall’autorità vigilante - ha spiegato Nicastro sul tema - Non va dimenticato che il duplice obiettivo dell’Amministrazione Straordinaria è offrire una prospettiva di rilancio per la società e per le quasi 900 persone che vi lavorano che sia solida, ma anche garantire una ragionevole soddisfazione per i creditori, nel cui novero ci sono gli stessi dipendenti Piaggio”.

L’operatività dell’azienda va intanto avanti, ha sottolineato il commissario: “Continuiamo a lavorare alacremente per creare nuove opportunità di business, e a mantenere ricco il portafoglio ordini della Società”. In questo quadro va inserito infatti l'annuncio di due nuovi contratti con il Ministero della Difesa per un valore complessivo di circa 46 milioni di euro: due nuove commesse che portano il backlog corrente di Piaggio Aerospace a circa 490 milioni di euro. 

Il primo ordine, siglato dal Segretariato Generale Difesa - Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità e del valore complessivo di circa 31 milioni di euro - prevede lo sviluppo, la realizzazione e l’installazione “chiavi in mano” di un avanzato simulatore di volo per il velivolo P.180 presso l’aeroporto militare di Pratica di Mare, alle porte di Roma. Il sistema verrà utilizzato principalmente per l’addestramento degli equipaggi che impiegano i velivoli P.180 in dotazione all’Aeronautica Militare.

Il contratto include l’installazione di un sistema di tipo full flight simulator di “livello D” (il più sofisticato, in grado di riprodurre fedelmente i comportamenti del velivolo in volo) basato su piattaforma P.180, e un computer based training per piloti. L’incarico affidato a Piaggio Aerospace prevede inoltre la realizzazione dell’infrastruttura destinata a ospitare il sistema, edificio che diventerà anche la nuova sede del Centro Addestramento Equipaggi Multi Crew dell’Aeronautica Militare.


Il tempo necessario per la finalizzazione del progetto, condotto in collaborazione con la canadese CAE, leader mondiale nelle soluzioni di simulazione, è stimato in circa tre anni. L’obiettivo è poi quello di estenderne l’accesso (con tempistiche e modalità da definirsi) agli equipaggi delle altre Forze Armate, dei Corpi dello Stato ed eventualmente ad altri soggetti.  

 

Il secondo accordo, del valore di circa 15 milioni di euro e prossimo alla firma con l’Ufficio Generale-Centro di Responsabilità Amministrativa dell’Aeronautica Militare, incrementa le attività di manutenzione, già regolate da un contratto del 2019, dei motori Rolls-Royce V632-43, meglio conosciuti con il nome Viper: si tratta dei propulsori con i quali sono equipaggiati gli aerei MB339, ovvero i velivoli che, tra l’altro, sono in servizio con la Pattuglia Acrobatica Nazionale (nota al grande pubblico come “Frecce Tricolori”). 


Il simulatore di volo che Piaggio Aerospace realizzerà per l’Aeronautica Militare sarà il primo in Europa e il secondo nel mondo - ha commentato Nicastro con i rappresentanti sindacali - E’ un investimento di lungo termine che certifica ancora una volta il grande valore del P.180, un velivolo che non ha ancora espresso a pieno le proprie potenzialità commerciali e che i futuri, nuovi proprietari sapranno sicuramente valorizzare”.


L’incremento del contratto sui motori Viper, invece - ha concluso - è il riconoscimento tangibile delle straordinarie competenze manutentive che Piaggio Aerospace, unica azienda nel mondo ad essere certificata e autorizzata da Rolls-Royce a eseguire tali attività, ha saputo costruire nel corso degli anni”.   

 

 

 

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium