Attualità - 19 ottobre 2022, 14:22

“Diventiamo cittadini europei”. Gli studenti vincitori del concorso alla seduta plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo

Accompagnati dai consiglieri regionali Sanna, Arboscello e Boitano i ragazzi provenienti da Genova, Chiavari, Camogli e Finale Ligure, hanno incontrato gli europarlamentari liguri a fine seduta

“Diventiamo cittadini europei”. Gli studenti vincitori del concorso alla seduta plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo

Ieri si è svolta una delle tappe più significative del viaggio degli studenti vincitori della 24esima edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei”: i ragazzi hanno assistito alla seduta plenaria del Parlamento dedicata ai temi ambientali conoscendone, così, ruolo e funzioni e hanno incontrato gli europarlamentari liguri Tiziana Beghin, Brando Benifei e Marco Campomenosi.

Prima di lasciare la sede dell’Assemblea si è svolta una cerimonia in cui gli studenti hanno ricevuto un riconoscimento per avere partecipato con successo al concorso bandito dal Consiglio regionale.

Il viaggio prosegue con la visita al Forte di Schoenenbourg, una delle opere simbolo lungo la Linea Maginot, al castello medievale di Koeninbourg e, infine, e in altre caratteristiche cittadine dell’Alsazia, terra di contese secolari fra Francia e Germania.

La delegazione era accompagnata, accanto al vicepresidente del Consiglio regionale Armando Sanna, dai consiglieri Roberto Arboscello, Giovanni Boitano.

«Dopo due anni di stop causato dalla pandemia è per noi un onore tornare qui a Strasburgo, al Parlamento Europeo, per premiare i vincitori del concorso che, come Assemblea Legislativa della Liguria, siamo orgogliosi di bandire. Visitare i luoghi che hanno visto le origini dell’Europa unita - afferma il vice presidente del Consiglio regionale della Liguria, Armando Sanna - ascoltare e confrontarsi con i capidelegazione al Parlamento e vivere, anche se per poco, il lavoro quotidiano della principale istituzione Europea ha certamente arricchito tutti ricordando l’importanza di quei valori fondanti ricordati nel motto “Unità nella diversità”, a indicare che l’Europa rispetta la molteplicità delle sue diverse culture, tradizioni e lingue».

«E’ stato un piacere accompagnare i ragazzi e le ragazze liguri, che hanno avuto l’occasione di entrare nella “casa” dell’Europa e interagire con le istituzioni dell’Unione. Il 2022 è stato proclamato l’Anno Europeo dei Giovani. La gioventù europea - ha aggiunto il consigliere dem Roberto Arboscello - prova un sentimento comunitario più forte delle altre generazioni ed è un tassello fondamentale nella costruzione di un futuro più inclusivo, più verde e più digitale per l'Europa».

«Questo viaggio è una preziosa opportunità per i nostri ragazzi perché, attraverso la conoscenza diretta dei meccanismi che regolano il funzionamento degli organi di governo della Ue, possono comprendere meglio la politica europea. Molto formativo - ha aggiunto il consigliere Giovanni Boitano - è stato, in particolare, l’incontro con i tre europarlamentari liguri e, con uno sguardo rivolto al passato, la visita della Linea Maginot, monumento simbolo delle aree a lungo contese dell’Alsazia».


Concorso

Il concorso è previsto dalla legge regionale 6 agosto 1996 n. 35 “Interventi per favorire nei giovani la formazione di una coscienza europea” ed è riservato agli studenti iscritti alle classi terza, quarta e quinta delle scuole secondarie di secondo grado pubbliche e private della Regione. (In allegato l’elenco dei partecipanti)

Fanno parte della delegazione 6 studenti di Chiavari, 5 studenti di Genova, 4 studenti di Camogli e 2 studenti di Finale Ligure.

Files:
 Studenti partecipanti al viaggio (24 kB)

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU