/ Politica

Politica | 22 novembre 2022, 14:02

Alimentazione, Mai (Lega): "Difendiamo il Made in Italy: no al cibo sintetico"

"Il rischio è quello di veder cancellate le nostre filiere agroalimentari e con esse le tradizioni, la professionalità, la cultura contadina e l’identità dei nostri territori"

Alimentazione, Mai (Lega): "Difendiamo il Made in Italy: no al cibo sintetico"

"Siamo contrari alla diffusione del cibo sintetico che mette a rischio i nostri allevamenti e l’intera filiera agroalimentare del Made in Italy. La Lega ha depositato un Ordine del Giorno dove ribadisce il suo no al cibo sintetico e per valorizzare le nostre produzioni locali. Il cibo sintetico, prodotto in maniera ingegnerizzata all’interno di bioreattori, non salvaguarda l’ambiente e limita la libertà di scelta dei consumatori, andando verso l’omologazione e favorendo solo l’interesse di poche grandi multinazionali. La Liguria ha un patrimonio enogastronomico di oltre 200 produzioni tipiche tra DOP, IGP, PAT, De.Co. e presidi slow food, e i nostri allevatori di bestiame non hanno solo la funzione di produrre reddito, ma anche quella di essere un presidio per il territorio e la tutela dell'ambiente. Dopo le Euro follie quali il nutri-score, ossia il semaforo alimentare che però è verde per la coca-cola, ma rosso per i prodotti della dieta mediterranea, l’ok all’immissione sul mercato di alimenti a base di insetti, vermi e larve, e il via libera al latte sintetico, ora assistiamo anche alla sponsorizzazione del cibo sintetico. Chiediamo di difendere, in sede di Conferenza Stato-Regioni e con il Ministero dell'Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, le filiere agro zootecniche liguri e il relativo indotto, minacciate dalla diffusione del cibo sintetico, e di sostenere ogni iniziativa contro il sostegno al cibo sintetico, come la campagna di sensibilizzazione di Coldiretti che ha lanciato una raccolta firme. Il nostro Made in Italy va tutelato in ogni modo perché il rischio è quello di veder cancellate le nostre filiere agroalimentari e con esse le tradizioni, la professionalità, la cultura contadina e l’identità dei nostri territori".

Lo dichiara in una nota Stefano Mai, capogruppo della Lega in Regione Liguria.

Comunicato Stampa


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium