/ Innovazione

Innovazione | 08 dicembre 2022, 07:09

"Call for innovation - lo sport Blue economy", conosciamo meglio i progetti vincenti: "Tour4Blue" la piattaforma digitale di "Moebeus"

Una piattaforma digitale che seleziona aggrega e rende fruibili offerte turistiche e prodotti per vivere gli sport d’acqua, il mare e la costa in modo sostenibile mostrando l'impatto ambientale e sociale degli attori del turismo marino

"Call for innovation - lo sport Blue economy", conosciamo meglio i progetti vincenti: "Tour4Blue" la piattaforma digitale di "Moebeus"

Una piattaforma digitale che seleziona aggrega e rende fruibili offerte turistiche e prodotti per vivere gli sport d’acqua, il mare e la costa in modo sostenibile, capace di mostrare l’impatto ambientale e sociale degli attori del comparto turistico marino e costiero.

È così che “Moebeus”, giovane startup nata nel 2021 da una felice combinazione di studi umanistici (scienze della comunicazione, scienze politiche) e scientifici (biologia marina, ingegneria), ha risposto alla “Call for innovation, lo sport nella Blue Economy” bandita dal Comune di Genova all'interno della rete di eventi e progetti legati alla Ocean race,  presentando “TOUR4BLUE”. 

La Voce di Genova ha raggiunto Elisa Bologni, Emiliano Sparacino, Cristina Agostinelli e Alessia Rossi, fondatori di Moebeus per farci raccontare meglio com'è nato il progetto, che cosa comporta, che percorso sta seguendo e che possibili applicazioni ha.

“Si tratta di una Ecosistema di analisi, sviluppato in partnership con l'Università di Siena e fondato sulla blockchain che ne garantisce la sicurezza... sì quella blockchain delle criptovalute” rispondono divertiti alle nostre domande “ma è solo un uso che ne viene fatto, la blockchain è un mezzo che fa sì che le informazioni viaggino in maniera sicura, senza alterazioni.”

E continuano “Questi dati vengono aggregati attraverso algoritmi in base a criteri di sostenibilità ambientale e sociale degli attori del reparto turistico, le offerte sono selezionate e valutate per presentare allo sportivo, al viaggiatore, al turista sensibile a questi temi le scelte migliori. E ovviamente sensibilizza sulle questioni ambientali.”

Le prospettive sono di innescare un circolo virtuoso tra utenti e fornitori dei servizi, potenziando le scelte attente alla sostenibilità ambientale e rinforzando un turismo e uno sport consapevole dell'ambiente marino. Ovviamente le modalità di raccolta e condivisione dei dati potranno essere applicati in futuro anche per altri settori. 

“In questo senso la Liguria è il primo tratto di costa con mappatura puntuale dei servizi turistici e sportivi per una vacanza ecologicamente sostenibile”. 

Federico De Salvo

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium