/ Cronaca

Cronaca | 10 luglio 2024, 12:42

Truffa da cinquantatremila euro a Zoagli: imprenditore ingannato da falsi operatori antifrode

L’uomo è riuscito a revocare parte dei bonifici. Denunciati i quattro responsabili

Truffa da cinquantatremila euro a Zoagli: imprenditore ingannato da falsi operatori antifrode

Un imprenditore di cinquantatre anni, residente a Zoagli, ha denunciato ai carabinieri di essere stato truffato da quattro uomini. Dal racconto della vittima, dopo aver ricevuto delle telefonate da parte di un uomo che si spacciava come operatore antifrode della NEXI PAY che lo convinceva a fare dei versamenti in altri conti correnti per evitare una truffa, per un totale di cinquantatremila euro. 

L’imprenditore, accortosi che l’interlocutore poteva essere lui stesso un truffatore si è rivolto ai carabinieri ed è riuscito a revocare quasi tutte le disposizioni di bonifico tranne che per uno dell’importo di circa duemila euro e ha sporto denuncia nei confronti di quattro persone dai trenta ai sessanta anni di età, identificati al termine di una complessa attività investigativa e denunciati.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium