Attualità - 08 settembre 2019, 16:34

Creatività, comunicazione e fantasia al comando, per due giorni, a Villa Bombrini

Il 26 e 27 settembre, spazio al Festival Big - Brief in Genova, organizzato dall’associazione Urka: previsti incontri, seminari e un contest dedicato ai giovani creativi, per realizzare un progetto di marketing in favore di una onlus cittadina

Creatività, comunicazione e fantasia al comando, per due giorni, a Villa Bombrini

Saranno la comunicazione, la creatività, l’inventiva, il marketing e la fantasia le discipline al centro di Big, il primo festival tutto dedicato a questi temi, in programma giovedì 26 e venerdì 27 settembre, nei settecenteschi saloni di Villa Durazzo Bombrini, nel quartiere di Cornigliano. 

Big come ‘Brief in Genova’, un evento organizzato dall’associazione Urka, che vede l’adesione di ben trentadue personalità di spicco della comunicazione, non solo italiana. Saranno loro ad aggiornare un pubblico di addetti ai lavori, imprenditori, ma soprattutto di giovani, su un mondo complesso e dalle specializzazioni sempre più articolate.

La formula, infatti, è quella di un vero e proprio brief, ‘tecnicismo’ che definisce l’incontro tra il cliente e l’agenzia, in cui vengono passate le informazioni per realizzare un progetto di comunicazione. Incontri snelli, veloci, mai autoreferenziali, utili ai fruitori della comunicazione (il mondo delle aziende, delle imprese e dei servizi), ai creativi che vogliono aggiornarsi e confrontarsi, e a chi in questo mondo vuole lavorare in futuro.

Proprio l’attenzione agli aspiranti creativi è una delle caratteristiche che distinguono Big. A questo proposito, è stato pensato un contest dedicato a studenti e professionisti under 30, che avranno così l’opportunità di misurare il proprio talento e le proprie attitudini su un progetto vero. A tutti gli iscritti sarà passato un brief per la realizzazione di una campagna sociale, a favore di una Onlus genovese.

Il contest partirà il 25 settembre. I giovani creativi iscritti saranno divisi in squadre, all’interno delle quali saranno previste competenze diverse; sarà loro consegnato il brief e saranno guidati nello sviluppo da mentori e professionisti affermati del marketing e della creatività a livello internazionale, come Federica Brancale, Pere Juarez, Raffaello Franiuk e Luca Pedrani.

“Big ha l’ambizione di diventare un evento utile, autorevole, riconoscibile per i professionisti della comunicazione”, spiega Lucia Cavaliere, presidentessa dell’Associazione Culturale Urka e art director presso Coccodè Creative.

“Altra ambizione, rivolta a un pubblico allargato (imprese, aziende, professionisti di altri settori, studenti) è comunicare le mille sfaccettature della nozione di comunicazione oggi. Non a caso, abbiamo scelto la tagline ‘La comunicazione è una cosa grande’. Con Big vogliamo fare cultura della comunicazione e sensibilizzare sulla complessità di ogni progetto e sull’importanza della specializzazione”.

Ma c’è anche, si diceva, una rilevanza sociale. “Come organizzatori di questo evento, ma soprattutto come cittadini responsabili e sensibili, siamo convinti che eventi come Big - prosegue Lucia Cavaliere - debbano servire, sia pure in minima parte, ad aiutare chi quotidianamente mette a servizio del prossimo professionalità, tempo, energie nervose, risorse materiali, anima. Così abbiamo individuato un tema sociale, promosso da un’importante Onlus cittadina (di cui sarà rivelato il nome solo al momento della consegna del brief), su cui la politica e la società civile possano, anzi, debbano trovare coesione in maniera trasversale e produrre qualcosa di concreto. Il fatto che a realizzare la campagna sociale saranno dei giovani creativi a cui verrà offerta una possibilità per mettersi in luce in maniera sana e in compliance con gli standard AIAP (l’Associazione Italiana Design della Comunicazione Visiva), ci gratifica ancora di più”.

Per conoscere programma dettagliato e ospiti, è possibile consultare il sito web: https://briefingenova.it.

Quanto al contest, è pensato per tutti i professionisti junior e per gli studenti universitari under 30 nell’ambito della comunicazione, del design e del digital marketing. Offre l’opportunità di sperimentare le dinamiche creative ed esecutive di una vera agenzia di comunicazione, di farsi notare ed essere valutati da professionisti del settore e di vedere realizzato davvero il proprio progetto.

Tra i mentori, Federica Brancale, consulente di team building e data analyst presso Intarget, e il professor Pere Juarez, docente di design thinking all’Università di Barcellona e facilitatore certificato del metodo di cooperazione Lego Serious Play. L’incontro con loro avverrà il 25 settembre. Il 26 settembre Luca Pedrani, direttore creativo di Imille, ispirerà le squadre di partecipanti con un talk sull’importanza dell’insight nell’ideazione creativa e guiderà la realizzazione dei lavori assieme a Raffaello Franiuk, direttore creativo di Coccodè Creative. La sera del 27 settembre, a lavori consegnati, una giuria di professionisti senior si riunirà per valutare le campagne ed eleggere la squadra vincente.

L’iniziativa, a cura di Urka, è realizzata in collaborazione con la Società Per Cornigliano e con Land - Local Audiovisual Network & Development. Patrocinio di Regione Liguria e Municipio VI Medio Ponente.

Fondata nel 2019, l’associazione Urka nasce all’interno del Pacc (Polo Aziende Creative Cornigliano), dove raccoglie la maggior parte dei suoi associati. Il suo obiettivo è creare una rete di professionisti che lavorano insieme per la realizzazione e la direzione creativa e artistica di Big. Urka vuole creare opportunità di networking sul territorio ligure e promuovere la cultura del progetto di comunicazione, dell’innovazione digitale e del digital marketing, attraverso la realizzazione di mostre, convegni, workshop e attraverso il dialogo con associazioni di settore, istituzioni locali, enti di formazione e aziende.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU