Cronaca - 22 gennaio 2019, 08:26

Masone: l'appello per salvare l'unico cinema, il "Monsignor Macciò"

Servono 100 mila euro per renderlo di nuovo agibile, mettendolo a norma. Ci si mobilita anche su Facebook col gruppo "Salviamo il cinema di Masone!" per il cinema gestito dai volontari

Masone: l'appello per salvare l'unico cinema, il "Monsignor Macciò"

"Chiuso per inagibilità" è scritto su un cartello davanti al cinema "Monsignor Macciò" di Masone.

Si tratta del cinema, l'unico, del Comune, chiuso dallo scorso luglio, e che gli abitanti, mobilitatisi anche attraverso un gruppo Facebook "Salviamo il cinema di Masone!", vogliono cercare di riaprire. Perché è un luogo storico, di aggregazione, nato negli anni Cinquanta: un punto di riferimento per la comunità di tutta la Valle Stura, mandato avanti dai volontari.

Servono 100 mila euro per renderlo di nuovo agibile, mettendolo a norma. La speranza è che questo "Nuovo Cinema Paradiso" in versione genovese, possa rinascere grazie al contributo di tutti, facendo l'appello anche sui social.

 

 

 

"L'intenzione, innanzitutto, è di finire tutto l'iter per arrivare alla definizione precisa di tutti gli interventi - spiega su Facebook Fabrizio Ottonello - ed elaborare il progetto necessario per riportare la struttura in opera, dal quale si riuscirà a tirate fuori la spesa che servirà per la realizzazione. Tutte queste spese di accertamento e progettazione saranno sostenute dalla Parrocchia con il sostegno di quello che già era stato dato dal Comitato dei Murinei, dagli Organizzatori della lotteria di ferragosto e dagli Amici del Museo. A quel punto - conclude - cercheremo e dovremo con l'aiuto di tutti mettere in atto tutte le iniziative per raggiungere l'importo necessario, perché se questo non accadrà, non saremo in grado di riaprire la struttura. Ma il discorso non dovrà finire li.... Perché se riusciremo nell'intento a quel punto servirà l'impegno di tutti per far sì che la struttura funzioni al meglio e non venga abbandonata a se stessa. E questo sarà l'impegno forse più gravoso che tutti dovranno prendersi".

Medea Garrone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU