Attualità - 19 dicembre 2020, 10:03

La tradizione speciale del presepe in Liguria

Nell’anno più difficile, l’arte e la cultura del presepe che conserva le tradizioni non deve essere dimenticata

presepe

una stalla ricostruita a Pentema. Location scelta anche per il film “Mondi Paralleli, prigionieri del tempo”

Il presepe genovese, insieme al presepe napoletano e a quello bolognese, è uno dei più antichi e conserva tradizioni importanti, tanto da aver dato vita, nel XVII, ad una vera e propria scuola. A tale scuola è attribuito un notevole valore, per la lunga permanenza delle botteghe dove avveniva la realizzazione delle statuine, per l’impiego di materiali pregiati e per l’accurata manodopera.  

La rappresentazione della Natività di Gesù Cristo nel capoluogo ligure che viene spesso definita con il nome “presepio”, appare appunto nel Settecento, quando a Santa Maria di Castello nacque una Compagnia del Santo Presepio.  

A Genova e in Liguria, oggi, il tour dei presepi durante il periodo natalizio è una tradizione oramai radicata nei tempi. Purtroppo quest’anno non sarà possibile visitarli come di consueto ma sarà sicuramente un’opportunità per gli artisti di riassestare il materiale e presentare i presepi nel 2021 ricchi di novità.  

Veri e propri diorami, che provengono dalla creatività e dalla fantasia degli artisti genovesi che si dedicano con amore alla realizzazione di statuine e scenografie, anche con i materiali più inconsueti, conservano la tradizione.  

Tra i più famosi e originali presepi liguri, la rappresentazione della Natività di Gesù a Fontanegli, quartiere di Genova, è molto particolare, in quanto il presepe realizzato da Egidio Currò è interamente fatto di pannocchie, un gioco di forme e luci creato con le nuance dei diversi tipi di pianta.  

Il Presepe di Pentema, frazione di Torriglia invece è una rappresentazione in grande stile, proprio perché nelle vecchie abitazioni, scuole o piccoli lavatoi prende vita a grandezza naturale una ricostruzione con statue e oggetti. Ambientato ai primi del 900, il presepe di Pentema è noto a livello internazionale.  

A Manarola, all’interno delle Cinque Terre nasce il presepe di luci. Centocinquanta lampadine disegnano un presepe sulla collina di Manarola ed è una vera e propria volta stellata. Una natività che come un cielo stellato si specchia sulla parete a strapiombo sul mare. Il vento di tramontana, che spesso sfiora le colline della riviera ligure, fa tremolare i bagliori nella notte, dando all’intera processione una reale sensazione di movimento.  

Durante queste feste natalizie dell’anno segnato dal nemico comune chiamato covid-19 non sarà possibile visitare questi meravigliosi luoghi di arte e storia, per cui si potrebbe utilizzare il tempo a disposizione per cercare video e foto sul web, per non perdere la tradizione e arrivare preparati al 2021, con la speranza che sia l’anno della rinascita dell’arte e della cultura, di cui fa parte anche la realizzazione dei presepi.  

La nuova pubblicazione di Dario Rigliaco “Streghe, diavoli e altre leggende italiane”, è disponibile in italiano e in inglese su amazon. 

Link diretto: 

https://www.amazon.it/Streghe-Diavoli-altre-Leggende-Italiane/dp/B08MMT4L5L 

Segui l'autore sui social !  

Facebook: dario rigliaco autore – Instagram: dario111982 

Se sei a conoscenza di una leggenda o una storia da raccontare legata alla Liguria, e vuoi farla conoscere, oppure sei stato protagonista di una storia oscura e misteriosa, puoi scrivere all’autore che la prenderà in considerazione: dariorigliaco@gmail.com. 

Dario Rigliaco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU