Innovazione - 28 aprile 2021, 13:43

A Cornigliano e Rapallo i premi della provincia di Genova per la scuola digitale

Stampa 3D e tour virtuali i due progetti vincenti

A Cornigliano e Rapallo i premi della provincia di Genova per la scuola digitale

Hanno vinto la terza edizione del Premio Scuola Digitale – fase provinciale di Genova, per il primo ciclo l’Istituto Comprensivo di Cornigliano a Genova con il progetto “Scuola 3D” e per il secondo ciclo l’Istituto IISS “LICETI” di Rapallo con il progetto “VIR – Virtuale Incontra Reale”. 

I due progetti vincitori parteciperanno alle selezioni regionali previste per il prossimo 26 maggio.

Per le scuole elementari e medie, si è affermato l’Istituto Comprensivo di CORNIGLIANO con il progetto “3D School”: dalla ricerca al concept, passando per la creazione dei modelli, la produzione degli oggetti e l’installazione. Gli studenti hanno utilizzato software per il disegno 3D e una stampante 3D per creare oggetti, poi installati a scuola.

Al secondo posto, si classifica l’Istituto Comprensivo AVEGNO – CAMOGLI – RECCO – USCIO con un progetto sulla continuità formativa anche da casa per bambini con disabilità, e al terzo posto l’Istituto Comprensivo di RAPALLO con il progetto “Scuola media, chissà cosa mi aspetta”.

Per le scuole del secondo ciclo, si è affermato l’Istituto IISS “LICETI” di RAPALLO con il progetto “VIR – Virtuale Incontra Reale”. Gli studenti hanno creato il “Tour scolastico virtuale”: si può navigare negli spazi della scuola, incontrare personaggi animati che raccontano le attività e mostrano i laboratori. Hanno anche creato “musei virtuali” dove approfondire tematiche scientifiche, dal DNA allo Spazio.

 

Al secondo posto, si classifica il Liceo Scientifico “L. DA VINCI” di GENOVA con il progetto “Digitale…aiutaci tu!”. Stanchi della didattica a distanza gli studenti hanno sperimentato la didattica interattiva, intervenendo attivamente nello svolgimento delle lezioni. E al terzo posto il Liceo Classico e Linguistico “G. MAZZINI” di GENOVA con il progetto “Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco (anche a distanza)”, con esperimenti di fisica a distanza. 

Hanno partecipato complessivamente undici scuole, sei scuole del Primo Ciclo (elementari e medie inferiori) e cinque scuole del Secondo Ciclo (istituti superiori), selezionate tra quelle che hanno presentato la domanda di partecipazione. Gli studenti hanno proposto una grande varietà soluzioni digitali per gestire una grande quantità di tematiche e sfide: dal cyber bullismo all’apprendimento a distanza, dai virtual tour ai corsi di coding, progetti musicali, podcast, tv in streaming e azioni per promuovere il territorio. 

La manifestazione, tuttora visibile sul canale “Streaming Liceti”di Youtube, è stata condotta dalla giornalista Eva Perasso, esperta in giornalismo web e specializzata nei settori tecnologia, ambiente e salute. E ha visto la partecipazione dell’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Chiavari, Fiammetta Maggio, oltre al dirigente scolastico dell’IISS F. LICETI Norbert Künkler e ai rappresentanti dell’Equipe Formativa Territoriale. Due ore di collegamenti dal vivo, servizi e video per rappresentare la creatività e la vivacità della scuola ligure.

“Siamo contenti di ospitare a Chiavari, nella sala del Consiglio Comunale, la seconda edizione del Premio relativo all’innovazione didattica e alla creatività digitale - dichiara Fiammetta Maggio, assessore all’istruzione e alle politiche sociali del Comune di Chiavari - Un’iniziativa importante sia per i ragazzi coinvolti che per i docenti, in grado di mettere in luce le potenzialità della rete e dei nuovi device nell’ambito della formazione scolastica, considerando la tecnologia uno strumento unico, se usato consapevolmente, per sviluppare nuove competenze trasversali e attitudini da sviluppare in futuro”.

Il Premio significa progettare il digitale all’interno della scuola, cercando di fare in modo che la dimensione pedagogica trovi nel digitale uno strumento efficace e reale - ha dichiarato il dirigente scolastico della Scuola-Polo regionale IISS F. LICETI di Rapallo, Norbert Künkler, in apertura dell’evento - Il digitale non subentra alla pedagogia, ma è la pedagogia che cerca nel digitale il suo strumento”.

I progetti sono stati valutati in base al valore e alla qualità del contenuto digitale/tecnologico, all’impatto sulle competenze degli studenti e alla qualità e completezza della presentazione. La giuria, presieduta da Silvia Ciappina dell’Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, era composta dall’Assessore del Comune di Chiavari Fiammetta Maggio, da Nadia Denurchis Web-radio dell’Università di Genova, dal giornalista Simone Rosellini e da Massimiliano Balistreri, esperto in didattica digitale

La manifestazione è stata anche allietata dagli interventi musicali del Liceo Musicale Pertini di Genova, con l’orchestra, il coro e la voce solista.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU