Attualità - 02 maggio 2021, 12:25

Esselunga a San Benigno, il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato

Il sindaco Bucci: "Ribadisco la ferma intenzione di portare a Genova la catena con una struttura di vendita di grandi dimensioni perché questo porta grande vantaggio a tutti i cittadini"

Esselunga a San Benigno, il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato

Dopo il verdetto giunto dal Tar il comune di Genova conferma la propria volontà di far realizzare a San Benigno un punto vendita Esselunga di grandi dimensioni: la conferma è arrivata in Consiglio comunale attraverso una dettagliata spiegazione del primo cittadino Marco Bucci che ha illustrato anche gli aspetti tecnici della procedura.

“Ho sempre detto in campagna elettorale che avremmo fatto entrare Esselunga e ritengo che in questo modo ci sia stato un grosso vantaggio per i cittadini - ha detto Bucci - Negli ultimi tre mesi e mezzo ho ricevuto personalmente tantissimi messaggi di genovesi molto contenti di poter risparmiare, anche senza andare da Esselunga ma in altri supermercati, perché tutti hanno abbassato i prezzi. Ma veniamo al punto chiave: il Tar non ha parlato di Esselunga e non ha contestato il fatto che ci sia una grande struttura di vendita in quel posto. Ha detto che l’atto di autotutela del comune di Genova non ha indicato nel provvedimento le ragioni dell’interesse pubblico dell’annullamento in autotutela della determinazione di riperimetrazione. Quindi chiede all’amministrazione di fare qualcosa. In aggiunta dice che ‘non specifica quale sia l’interesse pubblico che il Comune intendeva perseguire mediante l’annullamento del proprio precedente atto, né esplicita per quale ragione esso dovrebbe prevalere rispetto all’interesse del consorzio’. Noi ci impegniamo a produrre nuova documentazione affinché questi punti siano spiegati attentamente, inoltre abbiamo intenzione di ricorrere al Consiglio di Stato presentando questi punti che riteniamo validi. Aggiungo inoltre che il Sau (Strumento attuativo urbanistico), poi ripreso dal Puc approvato dal Consiglio comunale nel 2015, prevede la realizzazione di una grande struttura di vendita nell’area di San Benigno. Abbiamo tre azioni in corso: l’avvio con i nostri uffici della procedura di riperimetrazione, il ricorso al Consiglio di Stato e la correzione dell’autotutela attraverso gli argomenti che il Tar ha giudicato insufficienti. Concludo il mio intervento ribadendo la nostra ferma intenzione di portare a Genova Esselunga con una struttura di vendita di grandi dimensioni, perché questo porta grande vantaggio a tutti i cittadini genovesi grazie a una riduzione dei prezzi già dimostrata a Genova e in tutte le altre città: la concorrenza fa bene a tutti i cittadini”.

Un passo indietro: il progetto per l’apertura del nuovo punto vendita Esselunga a San Benigno nei giorni scorsi era incappato nello stop arrivato da parte del Tar, che ha accolto un ricorso presentato qualche tempo fa dai commercianti del Civ Fronte del Porto - San Teodoro, un gruppo di negozi vicini al luogo dove dovrebbe sorgere il supermercato. Il Civ aveva presentato ricorso affiancato da Confesercenti. Il provvedimento è arrivato a poco tempo di distanza dal via libera della Giunta regionale, dopo che l’iter, durante tutto il suo percorso, non aveva subito rallentamenti. La nuova struttura di vendita Esselunga, lo ricordiamo, è catalogata come ‘grande’ secondo i parametri vigenti in quanto di superficie superiore ai 1.500 metri quadri.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU