Cronaca - 16 giugno 2021, 12:20

Piana Pallavicini, l’assessore Rosso: “Se diventa pubblica dobbiamo togliere tutti i parcheggi” (VIDEO)

La situazione del dedalo di strade formato da via della Maona, via Garelli, via Longo e via Diciotto Fanciulli pare sempre più complessa, Lorella Fontana (Lega): “Bisogna fermare la proliferazione di paletti perché sono pericolosi”

Piana Pallavicini, l’assessore Rosso: “Se diventa pubblica dobbiamo togliere tutti i parcheggi” (VIDEO)

Piana Pallavicini a Pegli, la situazione è ancora in alto mare. Del tema, che è uno dei più ricorrenti e discussi in delegazione, si è tornati a parlare ieri pomeriggio, nel corso della seduta del Consiglio Comunale

Lorella Fontana, capogruppo della Lega a Palazzo Tursi, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata, per conoscere eventuali novità in merito. A risponderle, è stata l’assessore comunale all’Avvocatura e agli Affari Legali, Lorenza Rosso, che ha da poco preso in mano il fascicolo relativo alla Piana Pallavicini, dopo che per diverso tempo se n’era occupato l’assessorato alla Mobilità, coordinato da Matteo Campora. 

L’argomento infatti, più che di viabilità è diventato di natura legale, dal momento che è diventato molto, ma molto difficile, stabilire i confini tra pubblico e privato, in un dedalo di strade che è sì di proprietà privata (gli eredi Pallavicini), ma è diventato di utilizzo pubblico per via di un usufrutto, sia di passaggio che di parcheggi, ormai cinquantennale. 

Fatto sta che via Garelli, via della Maona, via Diciotto Fanciulli e via Longo sono sempre più invase da paletti, e che questi paletti rappresentano un notevole elemento di pericolosità, sia per i pedoni che per i motociclisti. 

Come venirne fuori? Lorella Fontana spiega: “Serve mettere ordine per fermare questa ‘proliferazione’ di paletti. Per questo motivo, ho presentato un articolo 54 all’assessore Lorenza Rosso, per conoscere come l’amministrazione intenda fermare questa pratica: via della Maona, via Diciotto Fanciulli e via Garelli ne sono praticamente invase, creando molti problemi alla circolazione stradale, compresi i mezzi di soccorso pubblico. Ringrazio l’assessore Rosso che, seppur da poche settimane, ha assunto l’onere di questa complessa pratica, ma sta lavorando per dare risoluzione alla problematica, nel rispetto delle regole”. 

Secondo Lorenza Rosso, “quella di Piana Pallavicini è una questione davvero complessa. Era stata fatta una prima istruttoria, conclusa il 25 ottobre 2018, e ha portato a ritenere che in realtà si trattasse di questioni inerenti al rapporto tra cittadini: le aree intorno alla strada sono private e la strada rispettava i limiti per la sicurezza. Però, a fine 2019, il Tribunale di Genova sanciva con una sentenza che per un piccolo tratto è considerata strada anche la zona limitrofa al pezzo dove avviene la viabilità, proprio per consentire al sedime di non arrivare vicino alla strada. Quindi l’uso pubblico si potrebbe estendere a un pezzo più lungo, ma non per tutta la lunghezza delle strade, quindi non per tutta via Diciotto Fanciulli, via Longo, via della Maona e via Garelli, perché non avremmo neanche la larghezza richiesta per la sicurezza del passaggio delle autovetture”. 

L’assessore della Giunta Bucci ha spiegato: “Occorre fare una verifica con i nostri tecnici, e così stiamo facendo: sono stati fatti dei sopralluoghi. Sono stati posizionati dei paletti, con autorizzazione del Municipio, e in alcuni casi i privati hanno dato in uso a terzi ampie zone ai lati di questa strada. Vi è poi tutta la parte dei passi carrabili, regolarmente concessi, per poter entrare all’interno delle autorimesse che si trovano sui piazzali antistanti i condomini e di proprietà dei condomini stessi: anche questa è una situazione dove noi, come amministrazione, non possiamo certo intervenire. I sopralluoghi stanno continuando, anche per me, per meglio comprendere la situazione e poi, anche come Avvocatura, poter dare una regolamentazione che sarà necessariamente divisa e diversificata a seconda delle zone perché, in ipotesi, se diventa di uso pubblico come previsto dalla sentenza, dobbiamo togliere i parcheggi e questo andrebbe a diminuire l’utilizzo, per chi vive in quelle zone, anche di parcheggi liberi”. Un altro scenario, mentre la parola fine pare ancora molto lontana dall’essere scritta. 

La posizione della capogruppo della Lega Lorella Fontana:

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU