Eventi - 16 giugno 2021, 14:53

Ocean Race Europe: domani alle 14.30 appuntamento con i progetti innovativi per la navigazione sostenibile allo stand di Genova Blue District

L'assessore Maresca: "Una vetrina internazionale per tutta la città e per la promozione del know how nell’ambito dell’innovazione, della blue economy e dello sviluppo sostenibile"

Ocean Race Europe: domani alle 14.30 appuntamento con i progetti innovativi per la navigazione sostenibile allo stand di Genova Blue District

Barche elettriche per la navigazione in mare e nelle acque interne, un prototipo di imbarcazione a idrogeno e sistemi per la sicurezza in mare. Sono tra i progetti innovativi che saranno presentati domani, alle 14.30, nell’ambito delle iniziative organizzate da Genova Blue district sul palco de piazzale delle Feste all’interno del Village di Ocean Race Europe.

 

"L’Ocean Race Europe rappresenta una vetrina internazionale per tutta la città e per la promozione del know how nell’ambito dell’innovazione, della blue economy e dello sviluppo sostenibile". Lo dichiara l’assessore allo Sviluppo economico portuale e logistico Francesco Maresca, che domani aprirà i lavori sul palco e illustrerà le iniziative del Genova Blue district all’interno di Ocean Race Europe.

"I temi dell’innovazione e della sostenibilità – spiega l’assessore Maresca – sono al centro della nostra visione dell’economia del mare, per il futuro della nostra città in chiave di sviluppo economico e occupazionale. Domani avremo sul palco quattro start up che hanno realizzato progetti che coniugano la fruizione del mare in modo sostenibile, a impatto zero sull’ambiente: una sfida che vogliamo cogliere, in modo più ampio, come modello di sviluppo per l’economia collegata al porto e al mare della nostra città".

 

Quattro i progetti che domani saranno presentati. 

Barche elettriche srl, operativa nel settore della nautica ecosostenibile e accessibile a tutti, presenterà la barca elettrica a emissione 0 full electric Best 6.0. Barchelettriche nasce dall’esperienza dei suoi fondatori da anni impegnati in progetti e collaborazioni basate su imbarcazioni a completa propulsione elettrica per la navigazione sia sul mare sia sulle acque interne.

 

H2boat condurrà i partecipanti nel mondo dell’idrogeno, presentando un'imbarcazione in scala ridotta equipaggiata con il prototipo di EP (energy Pack) che permette di generare energia elettrica a bordo utilizzando H2. H2boat è una start-up innovativa nata da uno spin-off dell’Università di Genova che fonda la propria attività sulla ricerca e sullo sviluppo di sistemi energetici basati sull’utilizzo dell’idrogeno.

 

E4Boat, una rete di imprese innovative - formata da Terzago Robotics S.r.l. e da 4e-Consulting S.r.l., presenterà il modello di una barca in fase di costruzione sviluppata in collaborazione con lo Studio di Design Nautico Roberto Angel. Il 5De-bus è dotata di linee di carena rendono capace di ridurre il moto ondoso e ottimizzare le prestazioni dei motori elettrici, e sarà a breve disponibile sul mercato con una lunghezza di 9 metri, adatta alla navigazione di servizio e nelle aree marine protette.

 

Sarà inoltre presente il Consorzio SINDBAD scrl che presenterà uno strumento innovativo per le previsioni meteomarine di supporto alla navigazione per la nautica da diporto e la pesca, per rendere la navigazione sicura, confortevole e a basso impatto ambientale. I fondatori del consorzio sono On Air srl, Xedum srl del gruppo ETT E PM Ten Srl. Il consorzio si avvale anche della collaborazione tecnica e scientifica del CNR (IAS e ISMAR) e dell’Unige (DICCA e DITEN).

 

Genova Blue district sarà presente per tutta la durata di Ocean Race Europe, da domani a domenica 20 giugno, con uno stand dove sarà possibile conoscere start up dell’innovazione, attività collegate alla sostenibilità ambientale, realizzate anche con il sostegno di Fondazione Compagnia San Paolo. Con la collaborazione dell’Associazione Festival della Scienza, verranno realizzati tre laboratori di innovazione (dalle 15 alle 18 ogni giorno) aperti a bambini, ragazzi e adulti curiosi, tutti centrati sulla sostenibilità, sul micromondo degli inquinanti, sugli ecosistemi marini, la biodiversità e la salvaguardia del pianeta.

 

I laboratori. Domani, “Il Mare in una lente”, a cura di Elisabetta Giacco in collaborazione con Smart Micro Optics,Max. Attraverso l’utilizzo di un sistema di lenti portatili, si trasformerà un qualsiasi smartphone in un potente microscopio digitale con il quale grazie all’osservazione diretta di diversi campioni, scopriamo come anche l’inquinamento da microplastiche sia una minaccia per la biodiversità degli oceani su scala globale.

 

Venerdì 18 e sabato 19, “Mareopoli”, a cura di INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Un gioco a squadre pensato per comprendere i fenomeni che regolano le maree. Un giro del mondo nelle città in cui si verificano eventi di marea estremi. Curiosità e imprevisti illustreranno nozioni storiche e scientifiche legate alle maree, che da sempre scandiscono la storia dell’umanità. 

 

Domenica 20, “Un mare di scienza-Lab”. A cura dell’Associazione Festival della Scienza. Max. Il mare rappresenta da sempre un grande laboratorio capace di accomunare e far dialogare tra loro moltissime discipline scientifiche. Si scopriranno insieme alcune sue caratteristiche e varie proprietà degli organismi che lo abitano, attraverso una serie di attività educative e coinvolgenti.Presso lo stand del Genova Blue District, sarà presente l’Accademia Italiana della Marina Mercantile. Nei pomeriggi del 17 e 18 e nelle giornate del 19 e 20, allievi di machina e di coperta saranno a disposizione per testimoniare in prima persona e dare informazioni sulle diverse opportunità formative- realizzate in stretto rapporto con le aziende leader di settore- e sulle diverse carriere aperte da questi studi.

Lo stand del Genova Blue District è a disposizione per informazioni e prenotazioni.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU