Cronaca - 17 giugno 2021, 20:39

Pesto genovese ritirato dai supermercati: è possibile una contaminazione microbiologica

A segnalare il ritiro di un lotto è l' Esselunga. Si tratta del pesto, senza aglio, venduto a marchio 'Pastificio Novella'

Pesto genovese ritirato dai supermercati: è possibile una contaminazione microbiologica

Un lotto di pesto alla genovese fresco confezionato è stato ritirato dal mercato italiano per una possibile contaminazione microbiologica. A segnalare il ritiro è Esselunga attraverso la sezione allerte e richiami del proprio sito web. L'avviso di richiamo, ancora non pubblicato sul portale del Ministero della salute, riguarda un lotto di pesto alla genovese fresco con Basilico D.o.p. e senza aglio venduto a marchio Pastificio Novella. Nel dettaglio, il ritiro dagli scaffali dei negozi della società italiana operante nella grande distribuzione organizzata riguarda il numero di lotto L171 con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 19 giugno 2021.

Le confezioni interessate dal provvedimento di richiamo sono quelle vendute in vasetti di plastica da 130 grammi ciascuno. Il pesto alla genovese richiamato è stato prodotto dalla società Pastificio Novella Sas, nel proprio stabilimento di via Caorsi 6, a Sori, nella città metropolitana di Genova. Come recita l'avviso, il richiamo è stato disposto in via precauzionale dallo stesso produttore perché il lotto del prodotto "non è conforme ai criteri di sicurezza alimentare di cui al Reg. 2073/05″. Si tratta del regolamento che stabilisce i criteri microbiologici applicabili per i prodotti alimentari in commercio.

Per tali ragioni si invita la clientela, qualora in possesso, a non utilizzare il prodotto in questione e nel contempo a riportarlo nel punto vendita dove è avvenuto l'acquisto. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU