Municipio Levante - 24 luglio 2021, 11:10

La Pubblica Assistenza Nerviese, da 109 anni al servizio delle persone (FOTO)

Comincia da Nervi, il tour con l’assessore Patrizia Arrighetti, in visita alle Pubbliche Assistenze del Municipio IX Levante. L'obiettivo è valorizzare e far conoscere queste importanti realtà attive sul territorio

La Pubblica Assistenza Nerviese, da 109 anni al servizio delle persone (FOTO)

Promuovere le pubbliche assistenze per farle conoscere e valorizzare l’operato dei volontari. È con questo spirito che nasce un tour su tutto il territorio del Municipio IX Levante, durante il quale l’assessore Patrizia Arrighetti, con delega anche ai Servizi alla Persona - Socio Sanitari, intende incontrare e far visita a chi opera nelle diverse pubbliche assistenze, facendo conoscere quindi ai cittadini queste importanti realtà attive sul territorio.

“Come Municipio desideriamo che tutti sappiano quanto l’operato dei volontari sia stato prezioso durante il lockdown e il picco della pandemia e quanto lo sia quotidianamente”. Il percorso comincia dalla Pubblica Assistenza Nerviese, fondata nel 1912, che a maggio ha festeggiato appunto i 109 anni di esistenza.

Ad accogliere Arrighetti, il presidente Pierluigi Forni e il suo vice Maria Pittari. Forni è presidente dal 1997, un impegno ininterrotto sino ad oggi. Parte del coordinamento Anpas Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, una fra le più grandi associazioni laiche di volontariato in Italia, la Pa Nerviese copre la zona da Bavari sino a Bogliasco, Recco, Ruta e Camogli. Sono 400 i soci tra cui 80-90 volontari attivi, molti a rotazione, a seconda degli impegni personali, di famiglia e lavoro. Fin dalla fondazione, come da statuto la pubblica assistenza si occupa di trasporto infermi e soccorso e ancora oggi custodisce con cura e attaccamento il verbale del primo rapporto di urgenza quando per la prima volta i volontari trasportarono con una barella a mano un ciclista rimasto ferito a Sori, nel 1912, trasportato a turno e a piedi, sino a Pammatone.

“All’epoca - racconta il presidente Forni - le barelle avevano le ruote dotate di cambio così da essere addirittura trainate dal tram”. I tempi sono passati e oggi la pubblica assistenza copre tutto il territorio di Nervi, sino ai confini con Quarto, anche se spesso le chiamate giungono da più lontano, come Molassana.

Si inizia alle 6,30 con le dialisi e poi le visite ambulatoriali, senza contare che da un anno e mezzo una convenzione con il Gaslini incrementa i servizi. Tra i militi c’è anche chi svolge il servizio civile: 4 persone, oltre quelli denominati di Uepe, Uffici di Esecuzione Penale Esterna, in collaborazione con il tribunale di Genova - servizi di messa alla prova e servizi socialmente utili.

L’iniziativa funziona: molti di questi volontari occasionali sono successivamente entrati a far parte di questa grande famiglia, colpiti dall’esperienza che li ha arricchiti. Solitamente sono 10, a rotazione, coinvolti ed entusiasti di rendersi utili per la comunità. Tra i servizi ‘normali’ la pubblica assistenza presidia anche gli allenamenti di rugby, per il CUS Genova Rugby, le partite allo stadio Ferraris e tutti gli eventi di Nervi.

“Il momento più difficile per tutti noi è stata la pandemia - prosegue Forni – con il lockdown, poi, siamo stati costretti a chiudere i servizi ordinari (tranne quelli salvavita) e sono iniziati i servizi Covid, all’inizio, come tutti gli altri in preda alle incertezze e la paura: ancora oggi si passa da San Martino dopo alcuni trasporti, per la disinfezione e svestizione. Poi c’erano le emergenze”.

La Nerviese si è attivata anche su servizi prettamente sociali, come quello del trasporto farmaci gratuito, e quello dei tablet per la Dad insieme al Municipio Levante, la spesa a domicilio, spesso a piedi per le creuze: un supporto concreto a tantissime persone, molte anziane, cittadini soli e disperati che ancora oggi sono riconoscenti per la vicinanza loro dimostrata: “Sono stati momenti di grande solidarietà e qui a Nervi ci hanno aiutato anche le attività, come il carrozziere che ci ha regalato le tute ma anche la Fca che ci ha offerto un’auto per incrementare il nostro parco macchine”.

Il parco macchine della Nerviese è composto da 15 automezzi: 6 ambulanze e 9 veicoli per il trasporto disabili, attrezzati anche per le rampe. I residenti apprezzano moltissimo l’operato dei ‘loro’ militi e questo periodicamente ogni anno si riscontra nella donazione del 5 × 1000 che quest’anno ha raggiunto la cifra di 10.000 euro. L’assessore Arrighetti ha confermato la vicinanza del Municipio al presidente e i volontari, colpita dall’incontro. Il viaggio sul territorio prosegue e il Municipio ha già coniato un hashtag: #lepubblicheassistenzedellevante.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU