Cronaca - 28 agosto 2021, 16:02

Triste momento per l’Associazione Carabinieri di Sampierdarena. Si piange la scomparsa di Bonzi e Grisanzio

Paolo Emilio Bonzi ha ottenuto la medaglia d’oro per 50 anni di Associazione, della quale è stato storico segretario per 15. Angelo Grisanzio vantava una carriera da sottufficiale di grande rispetto con vari comandi e molte operazioni importanti

Triste momento per l’Associazione Carabinieri di Sampierdarena. Si piange la scomparsa di Bonzi e Grisanzio

Carabiniere sempre, nell’animo, tanto da meritare una medaglia d’oro da parte della presidenza nazionale, per oltre mezzo secolo di appartenenza all’Associazione Nazionale Carabinieri, come riconoscimento all’impegno profuso e come attestato di fedeltà. Così era Paolo Emilio Bonzi, scomparso a 74 anni (a settembre ne avrebbe compiuto 75) suscitando grande cordoglio e commozione a Sampierdarena, dove era molto conosciuto e stimato, ed enorme tristezza presso la sezione di via La Spezia, della quale era stato storico segretario per oltre 15 anni, sotto la presidenza di Giuseppe Figus.

Bonzi era stato carabiniere ausiliario, ma si era così affezionato alla divisa che, il giorno dopo averla dismessa per proseguire la sua professione di manager, si era iscritto all’Associazione, restandovi per 50 e passa anni. “Figura fondamentale per noi, esemplare - commenta il presidente Anc di Sampierdarena, Orazio Messina, ex luogotenente - e fu proprio la sua passione per questa sezione che mi indusse a chiedere di onorarlo di medaglia d’oro. Domanda che ebbe risposta positiva e medaglia che gli venne concessa appunto dalla presidenza nazionale. Inoltre è stato insignito dal presidente della Repubblica del titolo di cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica”.

“Si è sempre prodigato per la sezione. Ricordo in particolare quello che fece per organizzare per il centenario di fondazione”, insiste Messina, che rievoca come fosse stato testimone diretto di tali preparativi, cui partecipò in qualità, all’epoca, di comandante della stazione di Sampierdarena presso la caserma di corso Martinetti. “Mi spiace solo non aver potuto partecipare personalmente all’evento che era andato benissimo, perché all’epoca mi trovavo in missione a Nassiriya”.

E, periodo triste questo per l’Associazione Carabinieri di Sampierdarena, che piange anche la scomparsa di Angelo Grisanzio, mancato a 89 anni, ex maresciallo dei carabinieri con all’attivo molti comandi di stazione, molte operazioni a favore della legalità e capo equipaggio al Nucleo Radiomobile. Intensa la sua attività, peraltro sempre apprezzata e riconosciuta, tanto da fargli ottenere il titolo di cavaliere della Repubblica. E la figlia Caterina è un personaggio assai noto nel mondo politico ed istituzionale, fortemente impegnata nel sociale, protagonista di molte battaglie civili ed a favore della popolazione, si occupa con passione dei problemi della gente. Soprattutto è sempre stata molto legata alla terra sampierdarenese.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU