Attualità - 31 agosto 2021, 14:32

Lo Spid si ottiene in biblioteca, alla ‘Brocchi’ di via Casotti

Per i residenti del Municipio IX Levante è possibile ottenere l’identità digitale prenotandosi attraverso la posta elettronica della ‘Brocchi’: serve per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti

Lo Spid si ottiene in biblioteca, alla ‘Brocchi’ di via Casotti

Lo Spid si ottiene in biblioteca, alla Virgilio Brocchi di via Casotti è possibile ottenere il riconoscimento de visu per le credenziali utili ad accedere al ‘Sistema pubblico di identità digitale’ prenotandosi alla mail: spidbrocchi@comune.genova.it.

La notizia è divulgata dal Municipio Levante: occorre essere in possesso del documento d’identità, la tessera sanitaria, un’email personale, il numero di un telefono cellulare. Tutti i cittadini maggiorenni in possesso di un documento italiano in corso di validità possono attivare lo Spid rivolgendosi ad uno dei gestori dell’identità digitale riconosciuti da Agid e scegliendo tra diverse modalità di riconoscimento. Lo Spid è un’identità digitale composta da una coppia di credenziali (username e password), strettamente personali, con le quali è possibile accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti. Semplice, sicuro e veloce, si può utilizzare Spid da qualsiasi dispositivo: computer, tablet e smartphone ogni volta che, su un sito o un’app di servizi, è presente il pulsante ‘Entra con Spid’.

L’utilizzo di Spid per il cittadino è gratuito, ma è possibile attivarlo scegliendo tra modalità gratuite o a pagamento, descritte alla pagina ‘Come scegliere tra i gestori d’identità digitale’ sul sito del governo. Una volta ottenuto nessun costo o canone verrà richiesto; i tempi d’emissione delle credenziali cambiano in base al gestore di identità e alle modalità di riconoscimento scelte. Chi ha interesse può consultare le tempistiche previste da ogni gestore di servizi per ognuna delle diverse modalità di riconoscimento sul sito: spid.gov.it.

Immersa nel verde dei parchi di Nervi ed ospitata al primo piano di Villa Gropallo, la biblioteca Brocchi ha una superficie interna di 310 metri quadri suddivisi in due sale di lettura per adulti, il salone di consultazione, sempre per adulti, la sala lettura giornali e lettura in sede per adulti; la sala narrativa per adulti; due sale di lettura e consultazione ragazzi; uno spazio per i piccolissimi. Nella bella stagione si usavano come sala di lettura anche i due terrazzi esterni con vista su Villa Gropallo; la biblioteca comunale di Nervi è stata istituita nel febbraio 1978, inaugurata nel 1987 e nel 1988 è stata intitolata a Virgilio Brocchi (scrittore italiano).

Il patrimonio librario conta circa 17.435 volumi, sette quotidiani e 41 periodici; i libri sono disposti a scaffale aperto secondo la classificazione decimale Dewey: quelli di narrativa sono disposti in ordine alfabetico per autore e contrassegnati da etichette colorate indicanti i generi letterari. Per info: 010 321892; e-mail: biblbrocchi@comune.genova.it; per ulteriori info sullo ‘Spid’: https://smart.comune.genova.it/sezione/spid-point.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU