Municipio Centro Ovest - 13 ottobre 2021, 15:00

Cinghiali al parco, posteggi mal tracciati ed altri guai: ancora problemi al Campasso

Un quartiere che sente di vivere nel degrado col rischio di peggiorare la qualità della vita, problemi che sembrano piccoli ma sono significativi della disattenzione del governo di Genova nella zona

Cinghiali al parco, posteggi mal tracciati ed altri guai: ancora problemi al Campasso

Quando ci sono grandi problemi come cumuli di smarino, cantieri a cielo aperto, sporcizia, rischio di treni in mezzo all’abitato, quelli che parrebbero minori diventano gocce che fanno traboccare il vaso. Questo accade al Campasso, tormentata zona di Genova dove la gente appare esasperata perché oltre alle problematiche esistenti, non trova risposte adeguate alle proteste delle quali è puntuale e appassionata portavoce l’associazione ‘Noi cittadini del Campasso’, nata dal territorio e sul territorio per difendere il luogo dove vive la sua gente ed affermarne la giusta dignità.

C’era una volta Villa Pellegrini, bella area dove avere relax e allontanarsi almeno un po’ dal caos della città. Ebbene, ora la gente ne è in fuga e gli abituali frequentatori fanno sapere come questa sia invasa da cinghiali. “Problema peraltro non certo esclusivo del Campasso - dicono i residenti - ma purtroppo comune a molte zone della città, ma Villa Pellegrini, il parco della Nora per la gente del quartiere, ne è invasa. E la presenza di questi animali spaventa, non permette di portarci i bambini a giocare oppure a chi con i capelli grigi o bianchi di trascorrervi qualche ora”.

Lagnanza comprensibile che si accompagna comunque al fatto che la gente la indica in “palese stato di abbandono” ma pur tuttavia “unico polmone verde della zona”. “Ma in queste condizioni - ci raccontano più di una mamma e i nonni - diventa impossibile portarci in nostri bambini”.

Fatto non da poco questo e davanti al quale fa quasi sorridere la tracciatura dei posteggi che ha dipinto anche ruote di auto, ma segnale evidente, rileva un residente, “del totale disinteresse sul Campasso e sulla poca considerazione che ha questo quartiere nell’ambito di Genova”.

Nessuno ha avvertito i residenti che si sarebbero dipinte le righe dei posteggi per cui nessuno ha spostato l’auto. E così la ruota di un’auto a cavallo di queste si è ritrovata dipinta di bianco. Poi ci sono i rifiuti ingombranti, le strade toilettes per cani e pure problemi di integrazione perché, rileva Noi Cittadini del Campasso, “ultima notizia del quartiere” è quella di “un intero palazzo acquistato da un privato per locarvi degli immigrati”. Dicono gli abitanti: “Vorremmo che gli enti preposti e le cooperative/associazioni che gestiscono queste attività iniziassero delle serie politiche di integrazione (con corsi di italiano ed educazione civica in primis) e non solo usare il quartiere per trasformare interi palazzi in ‘palazzi dormitorio’”.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU