Attualità - 21 gennaio 2022, 15:29

‘Eso, astronomy made in Europe’, se ne parla stasera

Torna la rassegna ‘Spazio per tutti’, appuntamento on line con le stelle, insieme agli ‘Astrofili Polaris’ di San Martino, per conoscere il più grande occhio rivolto al cielo

‘Eso, astronomy made in Europe’, se ne parla stasera

‘Eso astronomy made in Europe’. Questo è il nome dell’evento che si svolge oggi, nell’ambito della rassegna di divulgazione scientifica online: ‘Spazio per tutti’. È organizzato dall’Associazione Ligure Astrofili Polaris Aps e dal Gruppo Astrofili Savonesi. L’incontro è previsto per questa sera, alle 21, con una diretta online. Il relatore è il dottor Ferdinando Patat, di ‘Eso’, European Southern Observatory. Si tratta della principale organizzazione intergovernativa per la ricerca astronomica in Europa.

L’ente offre agli astronomi strutture di ricerca d’avanguardia ed è sostenuta da ben 16 stati europei insieme con il Cile, il paese che ospita i suoi telescopi nei tre siti di: La Silla, Cerro Paranal e Chajnantor.

La missione principale di Eso, fondata nel 1962 e che dà lavoro a circa 700 persone, è quella di fornire strutture di ricerca all’avanguardia agli astrofisici, permettendo loro di svolgere ricerche di primo piano nelle migliori condizioni possibili, con strumentazioni di punta, tramite la costruzione e la gestione di una serie di telescopi astronomici terrestri, tra i più potenti al mondo. Questa associazione offre numerose possibilità di applicazioni e trasferimenti tecnologici, oltreché opportunità per la realizzazione di strumenti di alta tecnologia.

Nella sua conferenza Ferdinando Patat, astronomo responsabile dell’assegnazione dei progetti scientifici di Eso, illustrerà la storia dell’organizzazione, i suoi strumenti, i principali risultati ottenuti e il progetto attualmente in corso. In particolare presenterà l’Extremely Large Telescope (Elt), strumento destinato a diventare il più grande occhio rivolto al cielo.

La diretta per questo evento è gratuita e sarà trasmessa su due canali, entrambi su YouTube: quello dell’Associazione Ligure Astrofili Polaris e, per i soci, anche su Zoom. “Vi aspettiamo numerosi ricordandovi che durante la serata sarà possibile fare domande al nostro relatore tramite le chat di YouTube e Zoom. Cieli sereni a tutti!”.

‘Spazio per tutti’ è la rubrica astronomica on line frutto della collaborazione tra l’Associazione Ligure Astrofili Polaris e gli amici del Gruppo Astrofili Savonesi, Gas. Fondata nel 1994, a San Martino, nel Municipio VIII Medio levante, con sede in salita Superiore della Noce, 27 cancello, l’associazione riunisce giovani e meno giovani accomunati dall’interesse per l’astronomia e le discipline scientifiche ad essa correlate. È attiva sul territorio ligure, e si occupa di astronomia, astronautica, fotografia del cielo, archeoastronomia, meteorologia, costruzione di telescopi e molto altro. Si pone l’obiettivo di contribuire a portare in modo concreto ed accessibile l’astronomia in mezzo alla gente, per favorire la riscoperta del cielo. Organizza iniziative volte a suscitare interessi culturali alla portata di tutti. L’evento di stasera è patrocinato dal Municipio VIII Medio Levante.

 

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU