Attualità - 27 maggio 2022, 07:00

Ottocento studenti in campo a Pra’ per dire no alla violenza sulle donne

Lunedì mattina, dalle 10 in poi, è in programma l’iniziativa organizzata da Wall Of Dolls Liguria, insieme all’Istituto Comprensivo Pra’ e all’Istituto professionale ‘Attilio Odero’

Ottocento studenti in campo a Pra’ per dire no alla violenza sulle donne

La prossima settimana, lunedì mattina per la precisione, dalle 10 alle 12, ottocento studenti tra l’Istituto Comprensivo Pra’ e l’Istituto professionale ‘Attilio Odero’ scenderanno in campo, presso l’impianto sportivo calcistico di Pra’, sulla Fascia di Rispetto, per dire no alla violenza sulle donne. 

È l’iniziativa intitolata ‘Pari opportunità, gesta e parole di pace’, organizzata dall’associazione Wall Of Dolls che da anni è attiva, viva e vitale su queste importanti tematiche. L’appuntamento, voluto dal dirigente scolastico Luca Goggi, che guida sia l’Odero che l’IC Pra’, vedrà la presenza di numerosi testimonial, a cominciare dalla cantante e presentatrice Jo Squillo, che è la fondatrice di Wall Of Dolls a livello nazionale. 

A curare l’evento praese è la sezione ligure di Wall Of Dolls: ancora una volta vicina agli studenti, l’associazione promuove l’importanza di diffondere una cultura di non violenza fin dalla giovane età. Lo fa attraverso iniziative, dibattiti e confronti, coinvolgendo i ragazzi in attività che possano indirizzare sia maschi che femmine alla visione di una società paritaria, inclusiva, pacifica e soprattutto non violenta nei confronti delle donne e dei più deboli.

“Wall Of Dolls - spiegano gli organizzatori - attraverso questi incontri, vuole dare voce a chi non ne ha, vuole raggiungere giovani uomini e giovani donne che si preparano al mondo. E vuole farlo aprendo gli occhi su questa drammatica questione di emergenza culturale che è la violenza sulle donne. Per diffondere il messaggio, come sempre, ci avvaliamo dei mezzi più veloci per raggiungere tutte le coscienze: l’arte, la musica, lo spettacolo. Un linguaggio semplice ed efficace per comunicare anche questo tema d’importanza fondamentale. L’evento infatti si alternerà tra interventi di sensibilizzazione e la musica di artisti emergenti”.

Tra i presenti, oltre a Jo Squillo (fondatrice di Wall Of Dolls insieme a Francesca Carollo e a Giusy Versace), il dirigente scolastico Luca Goggi, la coordinatrice Wall Of Dolls Liguria Barbara Bavastro e la vicecoordinatrice Cristina Zunino, la psicologa di Wall Of Dolls Liguria Chiara Urci, la responsabile delle relazioni esterne di Wall Of Dolls Liguria Giusi Gulino, le referenti per progetti scuole Wall Of Dolls Liguria Alda Motta e Simona Volpe, le referenti per lo sportello d’ascolto Federica Messina, Anna Ion Scotta e Monica Pisotti.

L’evento sarà presentato ancora una volta da Fabiana Parlato, professionista del mondo dello spettacolo come cantante, attrice, coreografa, organizzatrice di eventi e molto altro. A dare il contributo attraverso la musica saranno invece presenti: il duo urban milanese Whiteshark, da tempo vicino alla causa di Wall Of Dolls; Soloalex, giovane cantautore ligure polistrumentista che in esclusiva per Wall Of Dolls presenterà ‘Shot’ e il secondo inedito ‘La casa di carta’; Gianni Rotella, cantautore genovese che interpreterà i brani ‘Voglio dirti’ e ‘Fly down’.

In occasione di ‘Wall Of Dolls and Students’ sarà possibile visitare la mostra delle prime dieci foto vincitrici della seconda edizione del contest fotografico ‘Il Rumore del Silenzio’, presso l’Istituto Comprensivo Prà. 

Wall Of Dolls è una installazione permanente ideata e voluta da Jo Squillo, nata a Milano e poi ricreata in diverse città d’Italia tra cui Genova, dove nasce nel 2016 a ridosso di piazza de Ferrari per volontà e collaborazione tra Jo Squillo, Wall Of Dolls Onlus, Regione Liguria, Comune di Genova e Ordine degli Infermieri di Genova.

Negli anni questa installazione di forte impatto ha suscitato sempre più interessi e ha visto sempre più figure coinvolte: università, istituzioni, associazioni, servizi, studenti, cittadini, tutti uniti da un obiettivo comune, quello di dire no alla violenza contro le donne. Gli eventi in piazza hanno uno scopo trasversale: attraverso l’arte, la musica e lo spettacolo si crea sensibilizzazione, si fa rete, si informa sulle prese in carico, si parla a tutta la popolazione (soprattutto ai giovani) e si utilizza un linguaggio universale favorendo una presa di coscienza. A Genova Wall Of Dolls è presente con la sua sede di via Aurora 8R a Boccadasse.

Alberto Bruzzone

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU