Attualità - 20 giugno 2022, 17:30

Voltri, la ‘Spiaggia dei Bambini’ parte con dodici postazioni fisse di ombra

Il progetto torna per il secondo anno di fila e si amplia. Verranno accolte tra le 150 e le 180 persone al giorno. Impegnata una squadra composta da sedici tra ragazze e ragazzi, quasi tutti sotto i 23 anni

Voltri, la ‘Spiaggia dei Bambini’ parte con dodici postazioni fisse di ombra

La ‘Spiaggia dei Bambini’, sul litorale di Voltri, cresce e si amplia, per quanto riguarda l’allestimento e le sue dotazioni. È il grande sogno del compianto presidente del Municipio VII Ponente, Roberto Bruzzone, che viene portato avanti da numerosi e appassionati volontari, attivisti e associazioni.

Oggi primo giorno di partenza ufficiale: “Questo - affermano i curatori del progetto, tra cui Yuri Pertichini, storica anima del Circolo Arciragazzi Prometeo - è il secondo anno delle postazioni fisse di ombra, che salgono a dodici, avendone aggiunte due alle dieci del 2021. L’area in spiaggia utilizzata, alla fine, è complessivamente di circa cinquecento metri quadrati e siamo in grado di ospitare tra le 150 e le 180 persone al giorno. Abbiamo informatizzato le iscrizioni e possiamo dire che sino al 9 settembre sono attesi oltre 2500 accessi di bambini e bambine, ragazzi e ragazze dei centri estivi. Oltre a questi ingressi, ci saranno tutti i giorni di festa e festività, ma anche ‘le ore in più’: dalle 16 alle 18 ogni giorno, quando i centri estivi non ci sono”. 

Impegnata una squadra composta da sedici tra ragazze e ragazzi, quasi tutti sotto i 23 anni, spesso sotto i 18, per il servizio di salvamento e di presidio. “Di questi, otto sono i bagnini. In appoggio tre ‘senior’. Gestione in loco, turni, servizio alle postazioni, tutto realizzato in quasi autonomia dai ragazzi e dalle ragazze giovani, in spregio a chi pensa che ‘i bamboccioni’ non siano in grado di avere responsabilità”.

Il costo complessivo dell’operazione (acquisti dotazioni, montaggio, smontaggio, cartellonistica, compensi bagnini e presidio, coordinamento) è di circa quindicimila euro. Duemila di questi provengono dalle quote dei centri estivi, mentre tremila euro sono stati messi a disposizione dal Municipio VII Genova Ponente in collaborazione con Utri Mare; circa mille euro dal progetto ‘Cittadini ACT’ (capofila Uisp Genova); seimila dal progetto ‘Si per il Cep’ di Agorà Coop; il resto da progetti regionali (il ‘grosso’ da GenerAzioni22, patto di sussidiarietà per giovani, capofilato da Arci Liguria).

“Il tutto - precisa Yuri Pertichini - è reso possibile da Arciragazzi Prometeo e Liguria e dal lavoro certosino per far andare tutto a posto (permessi, fondi, progetti, fornitori, recruitment dello staff) che dura da un anno in cui mi hanno aiutato Rita Bruzzone, Claudio Chiarotti come Municipio, Mariella Garbero e gli insostituibili ‘giovani’ Allegra Poltini ed Edoardo Perdelli, senza dimenticare Marco Pesce con il quale si stanno ridefinendo tutte le incombenze di concessione dell’area, in relazione al ruolo di Utri Mare. La manutenzione straordinaria della palazzina di servizio e delle pavimentazioni intorno è stata assicurata dall’impegno del Municipio VII Ponente di Genova. Realizzare questo piccolo grande miracolo per il secondo anno di seguito (secondo anno con i gazebo fissi, la spiaggia dei bambini esiste come esperienza dal 2004), a Voltri, in città, nella più grande spiaggia libera balneabile, è stato (ed è) un lavoro faticosissimo, reso ancora più difficile dal momento elettorale che ha imposto tempi più veloci per timore della ‘vacatio’ amministrativa. Ma ce l’abbiamo fatta e ora, da oggi, abbiamo la spiaggia libera per tutti, con i servizi attrezzati”. E, soprattutto, con l’ombra.

Alberto Bruzzone

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU