Politica - 27 novembre 2022, 08:10

Sicurezza, Siap: " Coordinamento non significa pubblicizzare un'operazione di polizia occasionalmente integrata"

"Il Siap lo spiegherà all'assessore Gambino"

Roberto Traverso, segretario del Siap

Roberto Traverso, segretario del Siap

"n attesa del confronto che ho chiesto all’assessore alla sicurezza Gambino, ecco che esce questa notizia: 'Operazione antidroga congiunta tra Carabinieri e Polizia Locale a dimostrazione della collaborazione tra le forze dell’ordine': Ovviamente per gli addetti ai lavori rappresenta ulteriormente una conferma di quanto sostiene il SIAP visto che come si suol dire: 'è molto difficile asciugare il mare con un cucchiaino'". Interviene così Roberto Traverso, segretario nazionale del Siap, Sindacato Italiano Appartenenti Polizia, che ha chiesto un incontro all'assessore alla sicurezza Sergio Gambino. 

"Il SIAP, - spiega - sindacato maggiormente rappresentativo a livello nazionale e che rappresenta addirittura 1/3 di tutti i poliziotti genovesi, spiegherà all’Assessore Gambino che il Coordinamento istituzionale tra le forze dell’ordine e la polizia locale si dovrebbe pianificare preventivamente e a 360^ a partire dall’attività di polizia amministrativa, sulla quale la Polizia Locale potrebbe dare un contributo enorme alle forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza) impegnate, per quanto di propria competenza sul fronte dell’attività investigativa e di polizia giudiziaria.

In sintesi, non è certo attraverso un operazione di polizia  giudiziaria occasionalmente integrata (in questo caso con i colleghi dell’Arma dei Carabinieri) ed iper pubblicizzata che si può dimostrare che esiste un efficace coordinamento istituzionale sulla sicurezza.

Inoltre ci sono molti altre  situazioni sociali sulle quali occorre intervenire con urgenza che porteremo sul tavolo del confronto per dimostrare come il Comune di Genova potrebbe aiutarci a combattere i reati.

Per esempio l’urgente necessità di ampliare il numero delle Case Rifugio per l’accoglienza delle donne vittime di violenza visto che Genova brilla negativamente per il risicato numero di locali disponibili e ciò non aiuta certo chi come la Polizia di Stato, in grave difficoltà di organici sta combattendo per applicare al meglio le procedure previste dal cosiddetto Codice Rosso".

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU