Attualità - 18 aprile 2024, 17:32

Chiude in centro storico la Cartoleria Vassallo, dopo centosettanta anni di onorata attività

La fine di un’epoca: Roberta Allegri ha ereditato l’attività dal padre Stefano: “Sono qui da quarant’anni. Molti clienti sono preoccupati nel vedere la città ridotta solo a bar o ristoranti, anche di basso livello, e quindi c’è il timore che possa ripetersi questo anche qui

Chiude in centro storico la Cartoleria Vassallo, dopo centosettanta anni di onorata attività

La Cartoleria Vassallo, un'iconica istituzione nel cuore del centro storico di Genova, ha annunciato la sua chiusura dopo 170 anni di attività. 

Il negozio di Salita Pollaiuoli è stato aperto nel 1854, da lì la famiglia Vassallo ha visto quattro generazioni impegnate nel fornire servizi di cartoleria e tipografia. 

La titolare, Roberta Allegri, 67 anni, ha condiviso con noi il dolore di dover chiudere le porte dell'attività familiare:

“Quest’anno sono 170 anni che c’è questa attività, io sono circa quarant’anni che sono qui - ci racconta - È stato il mio trisavolo ad avviare questa attività nel 1854, si chiamava Settimio Luiggi. Poi l’attività è passata al genero che era Stefano Vassallo. Arriviamo poi a mio padre, mancato quattro anni fa, Stefano Allegri Vassallo, e infine io. Mio padre è venuto in negozio fino a 94 anni”.

Nonostante il profondo legame con i clienti affezionati, la famiglia ha scelto di vendere i locali anziché cercare un acquirente per l'attività stessa. Roberta esprime preoccupazione per il futuro del centro storico, temendo che la chiusura di negozi storici come il loro possa contribuire alla trasformazione del quartiere in un luogo dominato da bar e ristoranti di scarsa qualità. 

“Non abbiamo nemmeno provato a vedere l’attività, sarebbe stato troppo lungo e complicato prima di riuscire a trovare qualcuno. Abbiamo deciso di vendere i muri, abbiamo trovato subito l’acquirente e quindi abbiamo deciso di smettere. Altrimenti avremmo continuato con l’attività finché non avessimo trovato un acquirente.

Non saprei dire se sono più triste o sollevata. Ovviamente mi dispiace, essendo l’ultima della famiglia. È stato un piacere lavorare qui con clienti sempre affezionati. Mi dispiace per il rapporto che ho instaurato con i clienti.

Dispiace vedere la città ridotta solo a bar o ristoranti, anche di basso livello e quindi c’è il timore che possa ripetersi questo qui”.

L'addio di Cartoleria Vassallo segna la fine di un'epoca e lascia un vuoto nel tessuto commerciale e sociale della città. La chiusura ufficiale è fissata per il prossimo 6 giugno a meno che la merce messa in liquidazione non finisca prima.

Marco Garibaldi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

SU