Municipio Centro Est - 04 giugno 2024, 19:00

Bla Bla Book, la libreria sociale di quartiere che vuole far incontrare le persone

Nata in salita del Prione 34 punta a essere un luogo di scambio di volumi, ma anche di idee: “Gli abitanti avevano voglia di questo spazio, in poco meno di una settimana abbiamo riempito gli scaffali”

Bla Bla Book, la libreria sociale di quartiere che vuole far incontrare le persone

Le parole hanno una nuova casa nel cuore del centro storico: si tratta della neonata ‘Bla Bla Book’, che ha trovato spazio nei locali di salita del Prione 34 e che promette di essere ben più di una semplice libreria sociale. Qui, infatti, si possono scambiare libri, si possono consultare volumi lasciati da altre persone, ma è anche possibile trovare un luogo ospitale dove poter utilizzare la rete wi-fi, prendere un caffè o una tisana e chiacchierare con altri avventori.  

Nata grazie a un lungo lavoro della Cooperativa il Ce.Sto. e pensata per regalare un luogo di incontro e di scambio ai residenti del centro storico (e non solo) questa nuova realtà si inserisce nel più ampio progetto ‘Prione social street’, che punta a rendere sempre più viva una delle zone che, fino a oggi, ha dovuto fare i conti con molte saracinsesche abbassate: “Una via che diventa sociale: ci troviamo in una zona residenziale in cui ci sono anche palazzi di Arte, e necessariamente si incontrano persone di diversa estrazione sociale - spiega Roberta Pacini, che gestisce insieme a Silvia Dainese la libreria - . Tutti i residenti hanno bisogno di una socialità di quartiere, perché a parte locali e bar non ci sono altre realtà: per questo abbiamo deciso di creare un punto di incontro che non dipende dal consumare cibi o bevande. Questo posto è stato chiuso per tanti anni, ma oggi le saracinesche si alzano per rispondere a un bisogno della comunità. Prima di aprire abbiamo fatto delle indagini tra gli abitanti per capire di che cosa ci sarebbe stato più bisogno: abbiamo fatto tante riunioni, e poi ci siamo messi all’opera”. 

E di socialità, evidentemente, la zona aveva bisogno: in poco meno di una settimana dall’inizio della raccolta di libri da parte dei gestori, gli scaffali della libreria sociale sono già colmi: “Abbiamo avuto una risposta pazzesca da parte della cittadinanza. Accettiamo libri di qualsiasi genere, esclusi testi scolastici ed enciclopedie: in pochissimi giorni ci hanno donato tantissimi libri, anche molto preziosi. Per questo abbiamo sospeso la raccolta: non ci stanno più fisicamente e dobbiamo avere il tempo per catalogare e mettere tutto a posto. Volevamo realizzare anche un catalogo online per consentire alle persone di consultarlo e capire anche a distanza che libri abbiamo a disposizione. Anche se la raccolta è sospesa, resta  attivo però il book crossing: puoi prendere un libro a patto di lasciarne uno dei tuoi. Alcuni volumi particolarmente belli  e interessanti saranno solo consultabili, perché desideriamo permettere a tutta la comunità di usufruirne: potranno essere letti qui, come in un vero e proprio salotto”. 

A rispondere all’appello della donazione di volumi sono stati tantissimi residenti, tra cui anche un gran numero di anziani: “Una delle prime donatrici è stata Laura, del gruppo Lettori Accaniti. È già venuta tre volte a prendere e portare libri dopo l’inaugurazione, e ha più di settant'anni: questo posto deve essere un punto di riferimento anche per le persone anziane e 

vorremmo anche mettere in campo attività a loro dedicate, magari insegnando loro a utilizzare i social network e apparecchi tecnologici”. 

Proprio di tecnologia si occupa Audio Video Factory, la saletta di produzione audio, video e immagini per favorire la creatività che ha trovato la sua casa proprio accanto al Bla Bla Book,  al numero 36 di salita del Prione: “Siamo molto felici perché da questo momento in poi, salendo per la via, si inizierà ad avere un percorso culturale che abbraccia audio, video, lettura e musica, un percorso creativo che vogliamo sia sempre più attivo e fertile” aggiunge Pacini. “Vogliamo organizzare incontri con le case editrici e gli scrittori, e già stamattina abbiamo ospitato dei ragazzi che hanno svolto un laboratorio dedicato all’ambiente… C’è il libro, ma c’è anche la parola al centro di questo progetto, e in questo spazio  vogliamo che le persone si sentano a casa, che possano venire qua anche solo per stare insieme o per lavorare. Se poi qualcuno ha piacere di dare una mano ben venga, ovviamente”.

Bla Bla Book è aperta dal martedì al venerdì dalle ore 12 alle ore 18; il sabato dalle 10 alle 18.

Oltre alla libreria sociale e alla sala di produzione, anche il nuovo Teatro del Chiostro di Sant’Andrea fa parte del progetto ‘Prione Social Street’: una piccola arena estiva per eventi e spettacoli nel sito archeologico del Chiostro di Sant'Andrea, a due passi dalla Casa di Colombo e da Porta Soprana, che ha inaugurato lo scorso 30 maggio.

Chiara Orsetti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

SU